Attualità

Annabella Cuomo e Matteo Sedda di scena al CRAC

Gli artisti Annabella Cuomo e Matteo Sedda saranno di scena nella prossima settimana al CRAC | CENTRO DI RICERCA PER LE ARTI CONTEMPORANEE di Lamezia Terme (CZ) per la rassegna “LIGHTS IN THE STORM”.
Annabella CuomoVenerdì 10 Febbraio alle ore 18.00 sarà la volta di ANNABELLA CUOMO mentre doppio appuntamento con Matteo Sedda Martedì 14 e Venerdì 17 Febbraio alle ore 21:00.
ANNABELLA CUOMO nasce nel 1985 a Brindisi. Laureata in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, ha all’attivo numerose personali e collettive in Italia e all’estero, tra cui “Spaventevole”, Spazio Meme a Carpi (2014) e “Praestigium contemporary Artist from Italy”, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo a Torino (2015). Nel 2011 partecipa al programma internazionale per residenze d’artista presso la fondazione Kunst e Complex di Rotterdam, dove rimane un anno ad approfondire la propria ricerca grafica e pittorica. Nel 2014 entra a far parte della collezione Imago Mundi di Luciano Benetton. Attualmente vive e lavora a Roma.
“Il progetto che presento a CRAC può essere considerato come un proseguio degli ultimi lavori fotografici, in cui mi sono posta come domanda quale legame possa intercorrere tra la memoria personale e quella collettiva e come il mezzo fotografico possa essere inteso come medium atto a testimoniare l’assenza più che la presenza”, racconta l’artista.
*La mostra sarà visitabile fino al 5 Marzo 2017, tutti i giorni – eccetto lunedì – dalle 16:00 alle 21:00.
MATTEO SEDDA si è diplomato a Milano all’Accademia di danza contemporanea DanceHaus, diretta da Susanna Beltrami, con la quale lavora per alcuni suoi progetti. Approfondisce gli studi tenendo lezioni con diversi artisti tra i quali Damiano Bigi (Tanztheater Wuppertal Pina Bausch), Sita Ostheimer (Hofesh Shechter Company) e Katharina Christl (Ballet National de Marseille). Successivamente lavora free lance per diversi artisti come Leonard Eto, Armando Lulaj, Vadim Voster e per l’artista visivo belga Jan Fabre con la quale si trova ancora in tournée per lo spettacolo “Mount Olympus/24h”. Dal 2016 performa “CORPUS HOMINIS” per il coreografo contemporaneo Enzo Cosimi e danza per la compagnia francese Heimat.
A CRAC presenta una performance esclusiva, (IN)NATURAL, che svilupperà a partire dal 6 febbraio in una residenza all’interno della struttura. Lo spettacolo si presenta come una profonda ricerca sul tema del rapporto tra uomo e natura e su come questo rapporto sia cambiato nel corso dei secoli. I riferimenti testuali sono gli scritti del filosofo americano Henry David Thoreau, ma anche di pensatori greci come Eschilo e Sofocle e i grandi poemi epici della tradizione indiana, che fungono da punto di partenza per indagare e riscoprire un legame più autentico e istintivo tra corpo umano ed elemento naturale, con improvvisazioni legate al corpo e alla voce. Tutti gli oggetti presenti nello spazio scenico divengono simboli di storie, miti leggendari e concetti. L’obiettivo stilistico è quello di connotare la performance con un carattere forte, terreno e fisico, ma allo stesso tempo illuminato qua e là da sfumature poetiche e leggere come le gocce di rugiada fresca e cristallina che macchia la terra scura e farinosa dei campi d’autunno.

LA RASSEGNA
“LIGHTS IN THE STORM” è la seconda stagione organizzata dal CRAC | Centro di Ricerca per le Arti Contemporanee di Lamezia Terme (CZ): arti visive, danza, musica, installazioni, djset ed eventi legati al food di qualità. Il titolo viene fuori da una riflessione sul rapporto tra il territorio e le realtà di operatori culturali coesistenti a CRAC: in questi ultimi due anni abbiamo assistito ad una voglia di mettersi al lavoro, ad una necessità di progresso da parte degli operatori locali, ad un desiderio di ricreare nella nostra terra ciò che esiste da tanti anni nel resto dell’Italia. Ci è venuta quindi in mente la tempesta, in rapporto al senso di rabbia che un giovane calabrese poteva provare fino a qualche anno fa non trovando qualcosa di stimolante da fare: una mostra, uno spettacolo di ricerca, un concerto di musica elettronica ad esempio. E le luci di cui parliamo sono proprio le realtà come CRAC che in questa rassegna, come nella scorsa, mira a mixare diversi linguaggi artistici caratteristici della contemporaneità.
Calendario appuntamenti febbraio – maggio 2017:
6 – 17 febbraio: residenza + performance di Matteo Sedda | danza contemporanea
10 febbraio – 5 marzo: Annabella Cuomo | arti visive
16 febbraio – 5 marzo: Paolo Pisani & Giuseppe Torcasio | fotografia
6 – 19 marzo: residenza + exhibition di Fosca Democrito & Carô Gervay | arti visive vs fotografia
16 marzo: Yombe | musica
20 marzo – 2 aprile: residenza + exhibition di Ester Grossi & Sara Bonaventura | arti visive
3 – 23 aprile: residenza + exhibition Chiara Dellerba & Antonio Abatangelo | arti visive
24 aprile – 4 maggio: residenza + exhibition Andreco & Meta- | arti visive vs musica
8 – 21 maggio: residenza + exhibition Savina Tarsitano + Dinu Flamand | arti visive vs scrittura

*Tutti gli artisti realizzeranno durante le loro residenze anche dei workshop assieme agli studenti delle scuole e degli istituti di Lamezia Terme (CZ)

CONTATTI
CRAC | Centro di Ricerca per le Arti Contemporanee
Via Piersanti Mattarella, 11
88046, Lamezia Terme (CZ)
info@crac.eu / +39 334 1795480

Direzione Artistica: Nicoletta Grasso
nicoletta.grasso@gmail.com

Ufficio Stampa: Daccapo Creative Agency
daccapocreativeagency@gmail.com

Pubblicità

Pubblicità