Attualità

Dopo anni finalmente il riconoscimento ufficiale: Capizzaglie quartiere del pane casereccio

In qualità di presidente dell’Associazione Quartiere Capizzaglie, esprimo profonda gratitudine per la possibilità offerta dall’amministrazione comunale al quartiere Capizzaglie, sostenendo e appoggiando il nostro progetto, promuovendolo, a pieno titolo come il quartiere del pane.
quartiere del pane casereccioGrazie al supporto morale e amministrativo del sindaco Mascaro, finalmente, dopo anni, il nostro progetto di promozione del pane casereccio, prodotto appunto a Capizzaglie, è divenuto realtà, ottenendo inoltre, la denominazione comunale d’origine (De.Co.).
Siamo orgogliosi ed emozionati di poter finalmente dare seguito agli enormi sacrifici di chi ha lavorato con impegno e passione negli anni, donando a noi, nuove generazioni, un tesoro prezioso come appunto “il pane “. La caratteristica del nostro pane nasce da una tradizione familiare ed è realizzato con semola rimacinata di grano duro, acqua e sale. Il suo segreto, l’unico che ci sentiamo di svelare, è la sua lievitazione naturale con il lievito madre (“u livatu”).
Il traguardo conquistato è però solo un punto di partenza per dare il via ad un iter di valorizzazione e commercializzazione di questo pane ed in generale delle tipicità enogastronomiche della nostra città, in un contesto regionale prima, nazionale dopo.
Questo quartiere del pane deve essere però svincolato da ogni determinazione e localizzazione geografica, diventando un bene per l’intera città di Lamezia Terme.
Determinante è stato l’intervento dell’Assessore comunale alle attività produttive, Angelo Bilotta che presentando il progetto all’assessore regionale Assessore allo Sviluppo economico e promozione delle attività produttive, d.ssa Barbalace, ha acceso i riflettori sulla possibilità, come suggerito da quest’ultima, di innescare una rete di imprese che possano procedere alla commercializzazione del nostro “oro bianco”.
Nel progetto è prevista anche la realizzazione di botteghe caratteristiche, ed un piccolo laboratorio didattico per le scolaresche lametine, in cui poter mostrare la produzione e la cottura.
Un grazie va anche al consigliere comunale Pino Zaffina; proficuo il suo apporto teso a consolidare il rapporto tra il comune di Lamezia Terme e la Regione Calabria.
Sicuri di una gioia condivisa con la cittadinanza, invitiamo tutti a seguire le future iniziative ed a gustare il pane di Capizzaglie, quotidianamente e durante le tante iniziative, ad esso dedicate.

Il Presidente Associazione “Quartiere Capizzaglie”

Oscar Branca

Pubblicità

Pubblicità