Sport

Basketball Lamezia pronta per l’esordio nella fase nazionale

In pole position per la promozione

Comunicato stampa:

Stanionis: “Sono venuto in Italia per giocare gare così”

Lamezia Terme – Ready, GO! Inizia la nuova fase del percorso che porterà 5 squadre delle 12 in serie B. Parte una nuova stagione, tutto ciò che è stato fatto fino a questo momento vale zero, solo il campo dirà chi potrà salire di categoria. Il girone C delle fasi nazionali vede ai nastri di partenza Cerignola, Fabriano, Palermo e appunto Lamezia. Due campioni regionali e due squadre che hanno finto i playoff nella propria regione.
La prima giornata vedrà l’esordio in trasferta per i giallo blu di coach Ortenzi sul campo di una delle favorite al salto di categoria. Stiamo parlando dei pugliesi dell’Udas Cerignola vera è propria corazzata che nella regular season ha spazzato via gli avversari a suon di vittorie, 30 gare giocate con sole 2 sconfitte all’attivo per i campioni di puglia. Squadra quadrata e di alto livello che però ha dovuto rinunciare alla coppia americana, causa i tesseramenti bloccati dalla federazione per la nota questione visti, formata da Sims e Cooper. Il team se da una parte deve rinunciare al pick&roll della coppia a stelle e strisce potrà ora più che mai puntare sul talento degli italiani messo in ombra dalla presenza ingombrate della coppia statunitense. Giocatori del calibro di Scarponi, Marchetti e Tredici potranno ora dare libero sfogo alle proprie giocate. Infatti nonostante un rendimento di alto livello nella regular season facevano parte di un sistema ben amalgamato in cui gli attori protagonisti erano Sims e Cooper. Con la forza e la tecnica del totem Leo e la direzione dei play Romano e Gambarota, il team di coach Marinelli è sicuramente in pole position per la promozione. Gara dura per i lametini che però nelle difficoltà e nelle partite toste hanno sempre trovato la forza e l’intensità che ha permesso al team della piana di arrivare a questo punto.

Abbiamo sentito Edgaras Stanionis in vista dell’impegno di Cerignola.
“Sappiamo che sono tutte squadre forti e che ci metteranno in difficoltà, ma sono venuto in Italia per giocare gare così. Siamo arrivati qui con sacrifici e tanti allenamenti e ora siamo pronti a giocarcela con chiunque. Cerignola è una squadra forte fisica e giocherà in casa, noi andremo li per fare la nostra partita e misurare la nostra forza al cospetto comunque di una squadra molto forte”.

Il veterano Lazzarotti presenta le avversarie del Basketball Lamezia.
“Sarà una fase emozionante e divertente. Tutte le squadre che sono arrivate fino a questo punto hanno vinto i rispettivi campionati o quantomeno i playoff. Iniziamo dai campioni di puglia di Cerignola. Squadra molto solida e più seria candida alla serie B. Nel loro roster fino a due mesi fa c’erano due veri e propri fuori categorie, mi riferisco a Sims e Cooper, la coppia americana che ha letteralmente dominato il campionato. Dopo la nota vicenda anche questi due americani hanno fatto le valigie ma la squadra che è rimasta è molto forte ed equilibrata. Tre giocatori come Leo, Scarponi e Tredici a questi livelli fanno davvero la differenza.
Fabriano ha vinto i playoff nelle Marche dopo un testa a testa con Civitanova durante la regular season. Probabilmente nelle condizioni attuali è la squadra da battere. Quadrata, forte fisicamente e con individualità di alto livello, può annoverare nel suo roster giocatori del calibro di Sergio Quercia e Bugionovo, a questi si uniscono le individualità del lungo Tarolis, dell’americano Nedwick e di una vecchia conoscenza come Kevin Pandolfi, lo scorso anno al Botteghelle basket di coach D’Agostino. Fabriano è sicuramente il roster più completo e con la panchina più lunga anche visto il rientro del lungo Piloni.
Per ultima c’è la squadra che è uscita vincitrice dai playoff in sicilia. Sto parlando della Green Palermo, squadra che ha cambiato durante la stagione ed è riuscita a trattenere uno dei due americani del roster, l’ex Bari Williams. Nel suo roster i palermitani vantano la presenza dei fratelli Lombardo, sono diretti in regia dall’ex stella azzurra Giancarli e il quintetto è chiuso dal lungo Trevisano e dalla guardia Gentili, top scorer dei palermitani.
Noi siamo consapevoli che ci aspettano sei finali da giocare al massimo, abbiamo vinto il nostro campionato, superato lo spareggio e fatto tanti sacrifici per raggiungere questa fase, ora non vogliamo di certo buttare un anno di allenamenti ma siamo consapevoli che ci sono squadre più attrezzate e che dovremo giocare sempre al 100% per poter far gioire ancora il nostro meraviglioso pubblico! Molti di noi sono lametini e sono sicuro che troveremo ancora più motivazioni per rincorrere un sogno che in passato ci è sfuggito sul più bello. Colgo l’occasione per invitare tutti al PalaSparti per le gare casalinghe e colorare il palazzetto di giallo e di blu!!!”

Pubblicità

Pubblicità