Eventi&Cultura

Catanzaro, Abramo: “Il Complesso San Giovanni anima del centro storico”

Complesso Monumentale del San Giovanni

Non solo MANI Festival, saranno tante le mostre e gli eventi espositivi in programma al Complesso Monumentale San Giovanni fino al febbraio 2018.

CATANZARO – Il Complesso monumentale del San Giovanni ospiterà mostre ed eventi espositivi già programmati fino a febbraio 2018. È questo il dato che conferma la straordinaria vocazione museale del grande contenitore di eventi del centro storico che nei prossimi mesi vedrà ancora più rafforzato il proprio ruolo di punto di riferimento nell’ambito delle attività culturali promosse dall’amministrazione comunale.

Mani Festival
Mani Festival

I weekend di aprile saranno animati dal MANI Festival, la rassegna dedicata all’ingegno e alla creatività espressi dalle più innovative realtà locali e nazionali che operano nell’ambito dell’artigianato. A seguire, nel mese di maggio, il San Giovanni ospiterà la mostra di pittura personale di Giuseppe De Fazio, curata dall’architetto Marcello Sestito, che rappresenterà un’altra finestra d’eccezione sul mondo dell’arte attraverso il contributo dei talenti del territorio.
E ancora, successivamente, il grande evento estivo a cura della Fondazione Armonie d’Arte dal titolo “The Pope, Francis Bacon – Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno” che vedrà il San Giovanni trasformarsi in una straordinaria vetrina per le opere di uno degli artisti più discussi del Novecento e la cui eco proietterà il Capoluogo al centro del panorama culturale internazionale. Il Complesso monumentale sarà nei prossimi mesi anche il cuore pulsante di altri eventi espositivi a cura dell’Accademia di Belle Arti, impegnata negli ultimi anni al fianco dell’amministrazione in numerose iniziative aperte territorio, di rassegne che hanno già riscosso successo in passato e di altri eventi promossi dalla società 4Culture, che cura i servizi del San Giovanni, tra i quali l’imponente mostra “Casorati e la scuola di via Galliari. Andrea Cefaly prima e dopo”. A questo programma, si aggiunge anche quello in itinere presso l’ex Stac, nuovo spazio espositivo che sta registrando grande interesse e che presto ospiterà un importante percorso sulla storia della seta.

“Il calendario predisposto dall’assessorato alla cultura sulla base delle istanze finora pervenute – commenta il sindaco Sergio Abramo – rappresenta la dimostrazione concreta dell’innegabile attrattività del complesso monumentale e della sua naturale vocazione quale spazio museale che sarà ancora più rafforzata dall’accordo con l’Università Magna Graecia. L’amministrazione comunale ha inteso, infatti, rilanciare le potenzialità di un grande contenitore che, grazie alle attività di alta formazione e alla partecipazione della comunità accademica e studentesca, potrà scoprire nuova linfa vitale animando tutto il centro storico. Le tante mostre previste fino all’inizio del 2018 confermano la nostra volontà di non intaccare, semmai di potenziare quella che è da sempre l’originale destinazione del San Giovanni e che, con l’impegno delle energie vitali del territorio e della stessa Università, potrà essere rilanciata e valorizzata tutti i giorni dell’anno ed essere più sostenibile alla luce dei tagli sempre più frequenti agli enti locali”.

Ti potrebbe interessare: Presentato il Mani Festival, dedicato alle nuove forme di artigianato creativo

Pubblicità

Pubblicità