Salute&Benessere

Catanzaro: Nasce CASM, Coordinamento delle Associazioni per la Salute Mentale

Il Coordinamento Assiciazioni per la Salute Mentale avrà come obiettivi la promozione di una corretta informazione sui disturbi mentali e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui gravi problemi ad essi connessi, ma anche il sostegno di pazienti e famiglie.

Il 28 febbraio scorso, presso la sede del CSV di Catanzaro, come auspicato già nell’ambito della prima edizione dell’evento Fiori del Deserto (FDD), si sono incontrati i rappresentati delle Associazioni ricadenti sui territori della provincia di Catanzaro che si occupano attivamente del “benessere mentale”.

Alla riunione hanno partecipato le associazioni:
AVE-AMA di Catanzaro rappresentata dalla presidente Anna Cristallo;
Progetto Itaca di Catanzaro, rappresentata dalla presidente Ebe Vittori Antisari e dal referente scientifico Mario Nicotera;
AMA Calabria di Soverato, rappresentata dalla presidente Rosa Conca (responsabile del Centro diurno di Montepaone) e dalla vice presidente Graziella Massara;
New Day Onlus di Decollatura, rappresentata da Vice Presidente Aiello Gennaro;
Volare senza Ali di Catanzaro, rappresentata dal Presidente Giuseppe Mazzitelli;
Fiori del Deserto (FDD), rappresentata dal socio fondatore Paolo Catania;
Intese, rappresentata dal presidente Pasquale Gaetano;
Don Pellicanò, rappresentata dalla vice presidente Caterina Iuliano che partecipa attivamente anche nelle Associazioni, AMA Calabria, Ave-Ama e Fiori del deserto;
Progetto Gedeone, (promosso dal Comune di Carlopoli, l’associazione San Pietro e Paolo, il CSM del Reventino e dalla New Day) rappresentato dal coordinatore Antonio Mangiafave. Nasce così CASM  per costituire ďuna rete coesa che consentirà un più proficuo livello di collaborazione e di confronto con Istituzioni Locali e Regionali.

L’evento Fiori del Deserto

Il percorso per arrivare al CASM ha avuto origine il 18 dicembre dello scorso anno in occasione della prima edizione dell’evento “Fiori del deserto”, dedicato a Renato Denardis. Un’occasione che, oltre ad aver fatto vivere momenti di grandi emozioni grazie alle straordinarie testimonianze dei diretti interessati, per la prima volta nel nostro territorio ha messo a confronto istituzioni, utenti e associazioni di volontariato e tutela dei diritti.

L’evento inoltre ha messo in evidenza il grande coinvolgimento e il grande impegno di tutti i soggetti che hanno partecipato attivamente alla realizzazione del progetto di comunicazione, volto a riaffermare il valore del benessere mentale quale bene comune alla cui tutela e crescita sono chiamati tutti: sanitari, utenti, familiari, istituzioni e comunità locali. Obiettivo del neo coordinamento è quello di favorire la costruzione di reti (formali ed informali) allo scopo di diffondere atteggiamenti di maggiore solidarietà, partecipazione e tutela dei diritti e, per superare le condizioni di ignoranza, stigma e pregiudizio che ancora oggi caratterizzano drammaticamente l’approccio al disagio mentale.
Il neo Coordinamento delle Associazioni, che dovrà calendarizzare i prossimi impegni, ha comunque espresso la volontà di attivare ogni utile azione per difendere e tutelare il diritto del lavoro, dell’autonomia abitativa e del mantenimento dei Centri Diurni. Ha confermato l’importanza di dare risposte concrete ai bisogni emersi il 18 dicembre e l’impegno a partecipare alla programmazione della seconda edizione di Fiori del Deserto e ad ogni utile iniziativa per sollecitare la costituzione degli organismi partecipativi di rappresentanza previsti dalle norme legislative e regolamentari vigenti.

Dopo una breve quanto “intensa” presentazione della “mission“, delle aspettative dell’incontro, dei rapporti inter istituzionali e delle criticità affrontate da parte di ciascuna associazione nell’espletamento del loro servizio, l’attenzione dei partecipanti si è focalizzata su tre punti principali che possono essere così schematizzati:

  1. Riaffermazione dei valori e dei principi già dichiarati durante l’evento FDD;
  2. Strategie di azioni condivise per il superamento dello stigma;
  3. Programmazione seconda edizione evento FDD.

Rosaria Brancati

Pubblicità

Pubblicità