Attualità

Comitato Liberi Cittadini incontra turisti italo canadesi

Giuseppe Marinaro, Maria Grandinetti, Teresa Volpe e Giuseppe Gigliotti del Comitato Liberi Cittadini di Lamezia Terme hanno incontrato un gruppo di canadesi tra cui Mirella Romano, ritornata dopo molti anni in Calabria.

turisti italo canadesiComunicato Stampa

A nome di tutti i componenti la Romano ha riaffermato il grande senso di ospitalità che caratterizza la nostra gente, il buon cibo, la bella compagnia ed una città con mille controsensi.
Ha notato un livello scarso di civiltà nel tenere pulita la città, con bus non proprio adeguati. Con tanta gentilezza da parte degli autisti ma con tanta gente che sale senza pagare il biglietto.
La città poco illuminata, con vie molto trafficate senza luce, così come un’area del parco più frequentato. Con pali della luce a rischio se non si sostituiscono immediatamente. Tutte le vie invase da volantoni pubblicitari.
Sembra vivere in una città senza regole dove un giorno si e uno pure si è circondati da un orrendo fumo molto dannoso alla salute.
Una città dove c’è tanta acqua ma ad una certa ora i rubinetti sono a secco.
L’economia molto vivace anni addietro ora è senza vita. Sono più i locali chiusi con la scritta fittasi che quelli aperti. E’molto triste tutto questo.
La sanità è davvero al collasso. Ore ed ore per una visita al pronto soccorso. E a pagamento avviene che ti visitano subito, se invece una persona si prenota con il servizio pubblico se ne parla dopo mesi. Non è giusto.

Ho trovato il Castello chiuso, dichiara la Romano. Incredibile! Cosi come i beni storici senza cura.
Non si capisce che è questo il vero tesoro di Lamezia. Così come in città si incontrano pochissimi turisti.
Sembra Lamezia Terme una città malata e sofferente.
Pur avendo una posizione straordinaria non riesce ne’ dal mare ne’ dalla montagna a ricavarne ricchezza. Le terme? Sembrano devono essere diretti ad un piccolo borgo non ad una città che da esse dovrebbe ricavarne enormi benefici.
Lamezia Terme è una bella città, con tanta bella gente ma chi ne guida le sorti forse non è proprio in grado di farlo.
Torno in Canada felice di avere incontrato tanti parenti e amici ma triste per come ho trovato la città dove sono nata.

Comitato Liberi Cittadini

Pubblicità

Pubblicità