Salute&Benessere

Comitato Malati Cronici del Lametino su chiusura reparto Malattie Infettive

“Se nessun passo indietro sarà fatto su questi reparti il nostro è destinato a diventare un “Ospedaletto”.”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Comitato Malati Cronici del Lametino in merito alla chiusura reparto Malattie Infettive dell’Ospedale di Lamezia Terme.

“Il DG dell’ASP di Catanzaro ci perdonerà se non riusciamo a condividere il suo rassicurante messaggio, trasmesso a mezzo intervista giornalistica, quando, riferendosi alla soppressione di Malattie Infettive, presso l’ospedale di Lamezia Terme, sostiene che sostanzialmente nulla è cambiato.
Ci è sembrato di cogliere un linguaggio arzigogolato che non nasconde il tentativo di procedere alla rappresentazione di una realtà che non corrisponde a quella descritta.
È difficile comprendere, se tutto doveva rimanere immutato, perché si è chiuso il reparto di Malattie Infettive. Perché questo appare incontestabile: il reparto è chiuso.
Cosa assai diversa è che si dichiari che i ricoveri non sono inibiti, per i pazienti di malattie infettive, in medicina o in pneumologia. Non è la stessa cosa. Se il DG non è convinto lo vada a chiedere ai medici infettivologi, agli infermieri e ai pazienti.
A tal proposito, in un avviso interno di mobilità volontaria, è la stesa ASP che fa riferimento a EX U.O.C. di Malattie Infettive del presidio ospedaliero di Lamezia Terme.
L’unica degna e accettabile soluzione sarebbe stata la struttura dipartimentale di Malattie Infettive. Questa opzione avrebbe permesso di affermare che concretamente nulla sarebbe cambiato.
Noi continuiamo a chiedere la riapertura del reparto di Malattie Infettive.

Non meno importante è il discorso su Microbiologia e Virologia. Anzi!
L’aver utilizzato, da parte del DG, sempre nell’intervista, più volte il termine “ancora” in riferimento all’espletamento di alcuni servizi, pare volesse significare “ancora per poco”.  Crediamo sia a tutti palese che qualsiasi futuro del nostro ospedale appare inesorabilmente compromesso senza Microbiologia e Virologia. Reparti che lo stesso DG ammette siano chiusi.
Se nessun passo indietro sarà fatto su questi reparti il nostro è destinato a diventare un “Ospedaletto”.
Speriamo nel buon senso e nel diritto a riconoscere a Lamezia la centralità anche sanitaria. Diciamo davvero basta ad città e ad un comprensorio troppo spesso mortificato.”

COMITATO MALATI CRONICI DEL LAMETINO
Il presidente 
Giuseppe Gigliotti

Pubblicità

Pubblicità