Litweb

Dal Salone del libro di Torino al Maggio dei libri

Al Palazzo Nicotera  Michele Falco editore parla del libro di Jesa Aroma con attenzione ed affettuosità.

Libro da lui letto in Agosto, riletto e pubblicato, libro che lui ha voluto con copertina rifrangente uno specchio in cui tutti possiamo guardarci, e poi con due piedi nudi sul pavimento. A piedi nudi nel parco, mi ricordano subito quella deliziosa commedia americana.

Jesa Aroma è scrittrice di suo, dai tanti libri letti, dal segno che abbiamo in comune, il segno delle persone analitiche e razionali, ed insieme fortemente viscerali, con in testa un cammino dignitoso, anche a costo di scelte difficili.

Le difficoltà, a noi della Vergine, non ci abbattono, anzi ci esaltano, nel tentativo di dare il meglio in una sfida continua di dignità e senso.

Così Jesa decide di essere scrittrice e non solo avvocato, e nello stesso tempo di trasfondere tutti i suoi studi in temi assolutamente intimi e nascosti, in ua interiorità troppo spesso violata e mortificata alla quale nessuna denuncia può rendere giustizia.

Il tema del libro sembrerebbe da donne in cerca di guai, donne sottomesse e schiaffeggiate, donne picchiate… invece il coro da tragedia ci informa quanto il cammino verso donne rispettate parta sempre dalle stesse donne, parta sempre dal credere in sé stessi.

Nessuna legge può aiutare se, se tutte e tutti, non facciamo un cammino di ricostruzione- identità nella morsa di necessità e costrizione.

Potenza della scrittura vera, stasera. Mine Vaganti siamo.  Il brano del celebre film “Mine vaganti”  diretto da Ferzan Özpetek dove  il protagonista confessa come mai lui scriva:
” perché non sono bravo a parlare. a volte, quando mi fate una domanda, vorrei quasi chiedervi di aspettare un attimo: prenderei un foglio, una penna e scriverei la risposta, così forse mi capireste meglio”

Commossa di aver partecipato ad incontro vero, ascolto la voce di Januaria, cantante di strada, e figlia di Jana, cantare una canzone scritta dalla sua mamma in un momento complesso in cui solo scrivendo le cose si possono dire e musicare.

Musica e parole stasera hanno sorpreso stasera  un Palazzo Nicotera ed un Maggio dei libri donando un momento di verità.

Ippolita Luzzo

maschere jasa januaria

Add Comment

Click here to post a comment

Pubblicità

Pubblicità