Calabria

Decollatura: Perri interroga il Sindaco su dimissioni ViceSindaco

L’architetto Mario Perri, consigliere di minoranza della lista Paese Mio, comunica di aver presentato una interrogazione al Sindaco di Decollatura in merito ad una email, contenente le dimissioni da consigliere dell’ex Vice Sindaco, che non sarebbe stata acquisita al protocollo del Comune e di conseguenza mai portata all’attenzione del Consiglio Comunale.

PerriCopia dell’interrogazione è stata inviata al  Prefetto di Catanzaro perché i fatti, se confermati, sono di una   gravità estrema poichè le dimissioni da consigliere sono immediatamente efficaci, non possono essere ritirate e bisogna procedere alla surroga entro 10 giorni dalla presentazione: una eventuale irregolarità nella presentazione (sono state inviate per email e non consegnate personalmente anche se lascia pochi dubbi l’articolo 45 del Codice dell’Amministrazione Digitale nel disporre che “i documenti trasmessi da chiunque ad una pubblica amministrazione con qualsiasi mezzo telematico o informatico, idoneo ad accertarne la fonte di provenienza, soddisfano il requisito della forma scritta”) deve essere valutata dal Consiglio Comunale, che ancora non è stato investito della questione.
La Consigliera Scalzo, che ha partecipato all’ultima seduta del Consiglio Comunale (nel quale  ha svolto una relazione molto dettagliata di contestazione all’operato del Sindaco e  motivato le sue dimissioni da Vice Sindaco e quelle degli altri assessori, che hanno terremotato la Giunta Cardamone) non aveva diritto più a partecipare alle riunione e la sua presenza ha inficiato tutte le votazioni effettuate. La mancata surroga ha, inoltre, leso i diritti del primo degli eletti a prendere il suo posto in Consiglio Comunale.
E’ da augurare una immediata convocazione del Consiglio Comunale per risolvere questo problema che contribuisce ad infuocare un clima politico già esplosivo per le dimissioni dell’intere Giunta e per le “condizioni” che i quattro ex assessori hanno posto al Sindaco per ripartire con l’attività amministrativa.
Il testo dell’interrogazione è il seguente:
Al Signor Presidente del Consiglio Comunale di Decollatura
E p.c. a S.E. Il Prefetto di Catanzaro
Il sottoscritto architetto Mario Perri, consigliere comunale di minoranza eletto nella lista Paese Mio, interroga le S.V. per sapere se è vero:
1.       che in data 17 novembre 2016, o in giorni immediatamente vicini, la Consigliera Scalzo Maria Cristina ha inviato, tramite la sua casella di posta elettronica usata per i rapporti con il comune, una email all’indirizzo amministrativo@comune.decollatura.cz.it con la quale rassegnava le dimissioni dalla carica di consigliere comunale?
2.       Che della suddetta email non è stata data notizia al Sindaco ed al Presidente del Consiglio?
3.       Che l’email non è stata assunta al protocollo del Comune nonostante che la suddetta casella sia quella ufficialmente destinata a ricevere le comunicazioni indirizzate al Comune ed al Sindaco?
Qualora la risposta al quesito 1 dovesse essere affermativa la presente comunicazione costituisce una formala richiesta di inserimento all’ordine del giorno del prossimo consiglio del seguente punto:
·         Presa atto della comunicazione inviata dalla consigliera comunale Scalzo Maria Cristina: Valutazione della regolarità delle dimissioni ed eventuale surroga.
In caso di risposta affermativa ai quesiti di cui ai punti 2 e 3 si ricorda alle S.L. che il pubblico ufficiale che, nell’esercizio o a causa delle sue funzioni o del suo servizio, ha notizia di un reato perseguibile di ufficio, deve farne denuncia per iscritto, anche quando non sia individuata la persona alla quale il reato è attribuito.

Mario Perri

Pubblicità

Pubblicità