Cronaca Lamezia

Distributore sorpreso a vendere gas per uso domestico: maximulta per gestore e cliente

Ricaricava bombola di gas per uso domestico in distributore di carburante, l’intervento della Guardia di Finanza pone fine a questa pratica illecita e pericolosa.

Transitando presso un distributore stradale di carburante e gas per auto, i baschi verdi del gruppo della Guardia di Finanza di Lamezia Terme hanno notato l’addetto alla colonnina intento a ricaricare illecitamente una bombola di gas da cucina. La bombola era posta nel bagagliaio di un’auto, apparentemente ferma per un normale rifornimento.

I finanzieri hanno proceduto immediatamente all’identificazione dei soggetti coinvolti a carico dei quali sono state elevate le previste e onerose sanzioni amministrative: per il titolare del distributore è infatti scattata una sanzione che varia dai 5 mila ai 10 mila euro, mentre a carico del cliente la somma da pagare oscilla dai 2 mila ai 4 mila euro.

Il rifornimento della bombola di gas è stato possibile attraverso la modifica di apparecchiature realizzate artigianalmente, che consentivano di adattare l’erogatore della colonnina del distributore alla bombola domestica. Tutta la strumentazione è stata sottoposta a sequestro per la violazione delle norme che disciplinano la commercializzazione del gpl.

È inoltre importante sottolineare che tale pratica, oltre a essere un espediente per sottrarsi all’imposizione fiscale sul consumo domestico ben più onerosa di quella dell’autotrazione, è molto pericolosa perché priva di qualsiasi garanzia di sicurezza degli operatori, non escludendo anche scoppi accidentali dovuti alla pressione incontrollabile del gas.

Pubblicità

Pubblicità