Donne Impresa Coldiretti: elette le nuove responsabili per Cosenza e Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia

In Politica On
- Updated
Tiziana Calabrese e Maria Antonietta Mascaro, responsabili di Donne Impresa Coldiretti

Tiziana Calabrese per Cosenza e Maria Antonietta Mascaro per Catanzaro-Crotone-Vibo

Le nuove opportunità e frontiere dell’agricoltura multifunzionale puntano sul sociale

Il coordinamento di Donne Impresa Coldiretti Cosenza e di Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, nel corso dell’Assemblea tenutasi nell’agriturismo “Basilea” a Catanzaro Lido” hanno eletto le nuove responsabili:

  • Tiziana Calabrese, responsabile di Donne impresa Cosenza, e
  • Maria Antonietta Mascaro, per Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia.
Tiziana Calabrese e Maria Antonietta Mascaro, responsabili di Donne Impresa Coldiretti
Tiziana Calabrese e Maria Antonietta Mascaro, responsabili di Donne Impresa Coldiretti

Tiziana Calabrese, è imprenditrice agricola, titolare dell’azienda “l’Eccellenza Calabrese”. L’ azienda è situata nella Sila piccola a pochi kilometri dal Lago Ampollino e si occupa della coltivazione di piccoli frutti, sia in campo libero che in serra. È stata una dei finalisti al concorso “Oscar Green 2014”.

Maria Antonietta Mascaro, è produttrice di castagne e legumi, collaboratrice della Cooperativa Monti del Reventino di Serrastretta. Referente della comunità del cibo “Fagioli del Reventino”, porta avanti ormai da anni in modo corale la promozione del territorio e la filosofia del “Chilometro Zero” e del “Sano Pulito e Giusto”.

Entrambe le neo responsabili esprimono la gratitudine a rappresentare le donne di Coldiretti e sottolineano l’importanza strategica di Coldiretti Donne Impresa, in quanto spesso le imprese al femminile sono quelle che si rivelano le più innovative e le più pronte a cogliere le sfide del mercato.

Seminario di Coldiretti Donne Impresa Calabria sull'agricoltura sociale
Seminario di Coldiretti Donne Impresa Calabria sull’agricoltura sociale
Seminario sull’agricoltura sociale

L’elezione è avvenuta nel contesto di una giornata formativa sull’agricoltura sociale, dove sono state illustrare le nuove opportunità offerte alle aziende dalla diversificazione dell’agricoltura, del legame tra agricoltura e welfare e di come l’impresa riesce a fare reddito rispondendo ai bisogni della collettività.

L’agricoltura quindi diventa strumento di inclusione sociale, di reinserimento nel mondo del lavoro e di educazione e supporto psicofisico, ma anche opportunità di fare impresa, ancorata ai valori della terra, dell’accoglienza e della condivisione, svolgendo un importante ruolo sociale.

Numerose le testimonianze raccontate durante il seminario di Coldiretti Donne Impresa Calabria sull’agricoltura sociale: dal carcere dove i detenuti coltivano la terra e rivendono i loro prodotti, ai bambini che attraverso gli animali e la pet terapy riescono a comunicare e ad esprimersi, agli adulti in difficoltà che hanno l’opportunità di lavorare e produrre, non solo per guadagnare, ma per dare il loro contributo nella società.

Articoli Correlati

Lamezia in Vespa prima classificata al Raid dell’Etna di Catania

Lamezia in Vespa prima classificata al Raid dell’Etna di Catania

Nella seconda prova del campionato di Regolarità Calabro-Siculo del 20 maggio a Catania nuova affermazione dei vespisti lametini. (altro…)

Read More...

‘Ndrangheta, confiscata lavanderia dalla Dia: presunti legami con cosca Muto

Colpo alla 'ndrangheta: la lavanderia è ritenuta nella disponibilità di Antonio Mandaliti, già agli arresti nell'operazione Frontiera (altro…)

Read More...
Il liceo Galilei partecipa all'iniziativa per la pace in Siria

Legalità e cittadinanza: verso la conclusione del progetto realizzato al “Galilei”

Si conclude mercoledì il progetto "Educazione alla legalità e alla cittadinanza" (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu