Litweb

E.T a Palazzo Nicotera

Se ne stava lì tutto solo, sul pianoforte, a guardare senza guardare, con i suoi occhioni tondi e tristi, la sala  preparata per l’occasione. La sua occasione. La conferenza stampa per pubblicizzare evento, organizzato dalla Fondazione Culturale Carlo Rambaldi, che si terrà a Villa Ventura il 10 Agosto 2015.
Un evento che regalerà  ai bambini del reparto Pediatria un sorriso e alcuni peluche, che somigliano all’E.T. che ci guarda ora. Insieme ai giochi, anche un lettore dvd, regalato da UNA associazione ed  il dvd del film.
Un gala per raccolta fondi da donare al reparto ed infatti l’ex primario Dottor Saullo sta ringraziando i figli di Carlo Rambaldi per la disponibilità dimostrata.

fondazione carlo rambaldi

Sono presenti due figli, Victor e Daniela, è presente la moglie di Rambaldi che vive ormai con Daniela ed i nipoti a Los Angeles, dove andrà subito dopo il 10 Agosto.
Io ho visto Carlo Rambaldi una sola volta in televisione, si aggirava con gli stessi occhi stupiti di stamane negli studi televisivi di una domenica pomeriggio, suppongo.
Seguiva i tempi veloci del ciak si gira, senza aver lui il tempo di dire alcunché.
L’ho ritrovato stamattina nelle parole e nello sguardo del figlio Victor, che ha saputo dar vita al  papà, ricordando le sue parole.
Il valore evocativo dei reperti, del fantastico, di un bambino che crede possibile educare con la fantasia, con il gioco.
I molti giocattoli meccanici creati, fin dall’infanzia, per farsi compagnia e per far compagnia ai bambini del suo paese con un primo spettacolo di burattini. Così è il movimento che crea emozione, raccontava lui  al figlio, e stamattina Victor ci regala la potenza evocativa delle immagini che, con un aneddoto, fa vivere.
Nel 1983 a Città Del Messico un bambino autistico sciolse i lacci della sua incomunicabilità grazie alle immagini forti del film di Rambaldi. La forza delle immagini che richiama a sé la liberazione e la speranza di poter noi tutti raggiungere casa.
Anche Victor ama le immagini, ha scritto libri per ragazzi, e con “Il soffio dell’anima” suo ultimo film,  racconta la lotta individuale per farsi spazio oltre le strettoie del corpo,  delle convenienze e delle convenzioni  sociali e mediatiche.
Stamattina a Palazzo Nicotera.
Come conoscere una persona con dettagli interessanti.
Solo se ci interessano le cose, le persone, vivono con noi.
E.T. extra-terrestre telefono casa

Ippolita Luzzo

Pubblicità

Pubblicità