Politica

Elisoccorso: Scura attenta alla vita dei calabresi!

Le quattro basi dell’elisoccorso, attualmente in funzione in Calabria, sono di vitale importanza per i calabresi.
Esse permettono alla nostra regione di godere di un servizio di Elisoccorso all’avanguardia.
ElisoccorsoE in più in Calabria, considerati i gravi problemi di viabilità, è impossibile farne a meno. L’isolamento dei comuni, a causa della frane e delle alluvioni, è sempre più una costante in Calabria, che forse solo Scura non vede.
L’intenzione di ridurre da 4 a 3 le postazioni di elisoccorso rappresenta un affronto per tutti i calabresi.
L’ing Scura, commissario straordinario della sanità in Calabria, intende cancellare la postazione di Cirò Marina, dimostrando così tutta la sua inadeguatezza e la sua totale incapacità ad affrontare i problemi della sanità calabrese.
Tagliare il debito non può significare mettere a rischio la vita delle persone.
Anzi, con estrema chiarezza, intendo qui accusare Scura di attentare alla vita dei calabresi. E gli chiedo di ritirare immediatamente il provvedimento di cancellazione dell’elisoccorso di Cirò Marina.
Il presidente della Regione, Mario Oliverio, si assuma la responsabilità di recarsi subito, insieme ai parlamentari e ai consiglieri regionali calabresi, a palazzo Chigi, per chiedere la rimozione urgente dell’ing Scura dalle funzioni commissariali.
Il danno prodotto dal suo operato alla sanità calabrese è gravissimo, tanto da non essere più tollerata ne tollerabile la sua presenza in Calabria.

Domani presenterò un’interrogazione urgente al ministro della salute, al fine di chiedere un suo immediato intervento.

Nicodemo Nazzareno Oliverio

Pubblicità

Pubblicità