Escursione nel centro storico di Sambiase: un luogo del quale riappropriarsi

In Eventi&Cultura On
- Updated
centro storico di sambiase-LameziaTermeit

Protagonista il centro storico del quartiere Sambiase

Comunicato stampa:

Lamezia Terme – Si è svolta domenica la terza escursione ufficiale del 2018 dell’Associazione “Santi 40 Martiri”, organizzata in collaborazione con il Comitato CSI (Centro sportivo italiano) di Lamezia e per l’occasione con i responsabili del progetto Gedeone. Protagonista questa volta il centro storico del quartiere Sambiase.

Da Piazza 5 Dicembre (ex Piazza Diaz) è partito un anello che ha toccato le zone della “Craparizza”, “Orto di Renda”, “Miraglia”, “Cafaldo” facendo anche brevi soste al parco Gancìa e all’“Eco Museo della Memoria” nel quale il prof. Zaffina ha raccolto nel corso degli anni veri e propri cimeli che raccontano la vita del quartiere.

“È stato appagante – afferma il v. presidente dei Santi 40 Martiri dott. Giovanni Mazzei – vedere da un lato l’interesse mostrato dai partecipanti con continue domande e dall’altro intrattenersi con alcuni residenti che hanno arricchito con aneddoti e curiosità i nostri racconti. L’intento era proprio questo, cioè quello di stimolare la popolazione lametina a riappropriarsi e cercar di far rivivere i centri storici, protagonisti ormai di un lento e costante spopolamento ma ricchissimi di storia e fascino. Ancora in pochi purtroppo conoscono, ad esempio, la storia di Giovanni Nicotera che è stato tra le tante cose un partecipante alla spedizione dei Mille e ministro dell’Interno dei primi governi italiani. O ancora il valore artistico – architettonico delle nostre Chiese, la storia dei “vagli”, dei murales e del festival degli artisti, della meridiana accanto alla Chiesa della Matrice, del poeta Borelli e le sue poesie dialettali dedicate ai mestieri o, infine, di Franco Costabile, poeta ermetico – neorealistico di fama internazionale.

C’è tanto da fare ancora ma queste manifestazioni – tra l’altro svolte in estrema sicurezza grazie al contributo del CSI Lamezia – servono se non altro ad accendere la curiosità e far nostra la storia che ci appartiene. Ci teniamo a questo e una simpatica dimostrazione è stata anche il fatto che oggi alcuni ragazzi dell’associazione abbiano usato abiti d’epoca, da briganti in particolare, per dire diciamo storia in tutto e per tutto”.

Sulla stessa lunghezza d’onda di Mazzei, il responsabile del progetto Gedeone, Antonio Mangiafave, vestito da monaco per l’occasione: “Bisogna far rivivere i centri storici avendo la costanza e la perseveranza di organizzare questi eventi per riscoprire la tranquillità e la cultura che si ritrovano in questi luoghi. Come progetto Gedeone animiamo già l’Abbazia di Corazzo a Carlopoli e ci auguriamo che quest’uscite con i ragazzi dell’Associazione e il CSI possano essere cadenzate, magari mensilmente per dare a tutti la possibilità di arricchirsi culturalmente di volta in volta”.

I responsabili dell’Associazione e il presidente del CSI lametino dott. Davide Curcio, invitano a seguire le pagine facebook “Associazione Santi 40 Martiri” e “CSI Lamezia Terme” per restare aggiornati sui prossimi eventi, uno dei quali sarà domenica 20 maggio, di cui a breve saranno resi pubblici i dettagli e che avrà come protagonista il Monte Mancuso e il “suo” Colle dell’Infinito.

Articoli Correlati

Pietro Molinaro - Presidente Coldiretti Calabria

Coldiretti Calabria presenta esposto alla Corte dei Conti

Molinaro: la delibera Cipe n°3/2018 sul progetto definitivo contiene vizi di legittimità che abusano del territorio con spreco di

Read More...
Lamezia, omicidio nel campo rom: continuano senza sosta le indagini della polizia

Lamezia, omicidio nel campo rom: continuano senza sosta le indagini della polizia

LAMEZIA. Continuano senza sosta le indagini della polizia di Stato sull’omicidio avvenuto ieri pomeriggio al campo rom di Scordovillo.

Read More...

Animali protetti, sgominata banda dedita al traffico illegale

7 arresti e un obbligo di dimora in provincia di Reggio Calabria, l'accusa è traffico illegale di animali protetti.

Read More...

Mobile Sliding Menu