Politica

Fdi: Parte male la nuova era della Sanità con Fatarella

“Passerà in capo al governatore Oliverio la sanità regionale? E se sarà così, quali saranno gli atti discontinuità della nuova gestione? Presto detto.

Fatarella Quello che si annuncia come il nuovo corso, si annuncia male, si annuncia ancora più funesto, di quanto lo stesso Oliverio ha ripetutamente denunciato.
I fatti sono evidenti l’ultima direttiva del Dirigente Generale del Dipartimento Regionale alla Salute del 22.03.2017 prot.98976 relativamente alla revoca delle indennità aggiuntive per i medici convenzionati del Suem 118, porta certamente la firma del prof. Fatarella, ma di fatto è vergata dal buon governatore Oliverio.
A questo punto non è più malasanità, non è più un corto circuito fra la struttura commissariale di Scura ed il governatore Oliverio, è tutta un’altra cosa.
Che cosa non è dato sapere! Sappiamo soltanto, indipendentemente da eventuali diritti acquisiti o di un rischio, peraltro evidente ed oggettivo per quanti operano nel settore Suem, che le disposizioni del Dipartimento Regionale alla Salute decretano una logica di annientamento scientifico in un settore, quello dell’emergenza, che è di prossimità per il cittadino e che di certo non vive giorni facili, sia in termini di organizzazione territoriale che in termini di patrimonio umano.
Fratelli d’Italia-AN è solidale e vicina alla protesta, giusta e legittima del personale medico del Suem, ne condivide le motivazioni di fondo e soprattutto ritiene che le stesse debbano avere cittadinanza ed ascolto all’interno dell’istituzione regionale, come momento fondante, dal quale ripartire per una rivisitazione funzionale del comparto sanitario dell’emergenza urgenza, che sia attento ai bisogni dei cittadini calabresi e che preveda le dotazioni, umanamente sostenibili per garantire almeno quel famoso diritto costituzionale, che in Calabria assume il sapore del clandestino.
E’ giunta l’ora di ripristinare il tracciato della legalità, di sburocratizzare la malattia, ma soprattutto di prendere atto, il primis il governatore Oliverio, che si governa ascoltando anche le proteste di buon senso e che si sgoverna continuando ad alimentare, per una sete individuale di potere, quella diatriba ormai consunta e consumata di primato sulla sanità.

Rosario Aversa

Coordinatore Provinciale Catanzaro Fratelli d’Italia-AN

Pubblicità

Pubblicità