Cronaca Lamezia

La fiaccolata in memoria di Francesco Pagliuso

“Ma pensate davvero di avermi spento?”: è in corso il corteo in ricordo dell’avvocato penalista assassinato a Lamezia, nella notte tra il 9 e il 10 agosto scorso. Le prime foto della fiaccolata.

di Valeria Folino
fiaccolata Francesco PagliusoÈ in corso la fiaccolata in memoria dell’Avvocato Francesco Pagliuso, a distanza di nove mesi dal suo brutale assassinio che ha sconvolto l’intera comunità.
Il corteo ha preso il via alle ore 20.00 da via Marconi 119, “luogo in cui qualcuno ha deciso di strapparlo alla vita”, e sta proseguendo verso il Tribunale di Lamezia Terme sito in Piazza della Repubblica.
La fiaccolata è stata indetta e promossa dal “Comitato per Francesco”: il Comitato “nasce da un’idea degli affetti più cari di Francesco Pagliuso – si legge in una nota degli organizzatori – Avvocato e uomo di incommensurabile spessore umano, personale e professionale, che mano vile e ignobile ha deciso di strappare alla vita il 9 agosto 2016.
Francesco da quella data fisicamente è andato via, ma il suo credo, il suo spirito, il suo carisma, il suo altruismo, la sua generosità, il suo spiccato senso dell’umorismo, la sua spiazzante intelligenza, continuano a vivere nei ricordi, negli occhi e nelle giornate di chi lo ha amato e lo ama ora più di allora.
Il Comitato per Francesco nasce per ricordare ogni giorno, lo spettacolo che la presenza di Francesco garantiva nella vita di tutti coloro i quali lo conoscevano, per tenere vivo il suo nome e la sua presenza, ma anche con un altro scopo. Non dobbiamo cedere alla legge di chi pensa di poter decidere della vita e della morte.
La cultura della legalità deve vincere. Questa città è nostra e dobbiamo riprendercela. Dobbiamo farne un capolavoro. Francesco ha sacrificato la sua vita, chi non aveva il diritto di farlo ce lo ha tolto. Ma non lo ha tolto solo a noi, lo ha tolto a tutti. Il male che è stato fatto è un male nei confronti di tutti indistintamente“.
Mentre gli inquirenti stanno ancora lavorando per dare un volto e un nome a quella mano che ha assassinato uno dei più noti e apprezzati avvocati calabresi.
Il quarantenne penalista, lo ricordiamo, era stato freddato all’ingresso della sua abitazione nella notte tra il 9 e il 10 agosto scorso e il suo corpo era stato trovato, intorno alle 3 di notte, riverso sul sedile della sua auto.
fiaccolata Francesco PagliusoNel mese di aprile, la sorella di Francesco, Avv. Antonella Pagliuso, in una intervista rilasciata al nostro giornale, aveva dichiarato: «Io attendo solo che venga fatta giustizia e che la verità fino in fondo per Francesco venga portata alla luce, cosi come non ho dubbi verrà fatto perché quel senso di giustizia che pervadeva Francesco io l’ho visto negli occhi di chi è alla ricerca della verità. La verità, qualunque sia, confermerà ai più e smentirà i pochi sulla grandezza e sulla specchiata integrità morale dell’Avv. Francesco Pagliuso».
In tanti stanno partecipando al corteo in ricordo dell’Avv. Pagliuso, persona molto amata e stimata nella città di Lamezia Terme.
Insieme alla sorella, in prima fila anche il sindaco Paolo Mascaro, l’On. Mario Magno, il consigliere Comunale e Provinciale Armando Chirumbolo, il sindaco di Motta Santa Lucia Amedeo Colacino e amici, conoscenti, familiari, il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Lamezia Terme Avv. Antonello Bevilacqua, il Presidente delle Camere Penali Avv. Zofrea, molti avvocati e tanti cittadini accorsi numerosi per portare la loro presenza come testimonianza di solidarietà.
La Città non ha bisogno di eroi, ha bisogno di noi! Affinché l’Avvocato Francesco Pagliuso sia l’ultimo degli eroi, unisciti alla fiaccolata che partendo dal luogo in cui qualcuno ha deciso di strapparlo alla vita percorrerà le strade della Tua Città per giungere a Piazza della Repubblica, sede del Tribunale di Lamezia Terme, emblema di Giustizia e Legalità“. Questo il messaggio finale della fiaccolata.
Di seguito alcune immagini del corteo ancora in corso.

Pubblicità

Pubblicità