Politica

Primarie PD, Gatto (GD): “Non si tradiscano le aspettative”

Dopo una sana e costruttiva campagna elettorale, si sono svolte le Primarie per il Segretario Nazionale del Partito Democratico. Il primo dato che salta all’occhio è la grande affluenza: circa 2 milioni di iscritti e simpatizzanti in tutta Italia si sono recati nei seggi per esprimere la propria preferenza a discapito di chi diceva che a seguito della scissione, con la fuoriuscita di alcuni personaggi politici, l’affluenza sarebbe stata flop.

renziUn aspetto, quest’ultimo, che non è da escludere abbia invece scaturito l’effetto contrario ossia riavvicinare tesserati storici sia a livello nazionale che locale. La stragrande maggioranza dei tesserati e dei simpatizzanti ha fatto una scelta chiara e decisa ossia quella di continuare sulla strada del rinnovamento e della buona politica intrapresa da Matteo Renzi.
Con circa il 70% delle preferenze, Renzi è stato riconfermato Segretario Nazionale del PD con un mandato chiaro: riprendere il cammino da dove lo si era lasciato. E dunque, non vi è dubbio che le idee e i buoni propositi portati avanti fino allo scorso 4 Dicembre debbano continuare ad essere praticati e sviluppati.
Indubbiamente, le Primarie, strumento di condivisione ed apertura, continuano ad essere un momento di Democrazia utile al confronto costruttivo per affermare ancora una volta che il PD, a dispetto di chi afferma il contrario, è caratterizzato da idee e da buona politica a differenza di chi invece specula e tenta di accrescere il proprio consenso sul populismo: merito dei 3 candidati e di tutto il Popolo del PD.
Significative le prime parole di Renzi post voto che ha affermato che “bisogna ripartire insieme e prendere esempio da Orlando sull’Unità del partito e da Emiliano in merito alle problematiche del Sud”. L’auspicio è che da ora si riprenda seriamente, e non solo con gli slogan, a lavorare tutti insieme verso quel cambiamento tanto auspicato e del quale la Calabria non ha potuto appieno apprezzare i benefici.
Si avverte, infatti, la forte ed imminente necessità di nuovo rilancio delle politiche del Pd non solo a livello nazionale ma soprattutto a livello regionale e cittadino dove è profonda l’esigenza di una rinnovata spinta politica sui temi che affliggono la città.
Naturalmente, come Giovani Democratici lametini, esprimiamo la nostra piena soddisfazione per la vittoria presso i due circoli lametini del PD del Segretario Renzi che dovrà far rinascere in ciascun militante l’orgoglio dell’appartenenza ad un partito plurale, democratico e riformista senza tradire le aspettative riguardanti il rinnovamento che in più parti d’Italia è stato possibile grazie ai tanti volti nuovi e capaci diventati protagonisti.

Antonio Gatto
Segr. GD Lamezia Terme

Pubblicità

Pubblicità