Attualità

Gerardo Sacco presenta il suo libro a Civita

Gerardo Sacco, per la sua storia personale, è un simbolo di riscatto e speranza per tanti giovani. In un discorso presso l’Università della Calabria, ha detto: “Credete nelle vostre forze, nella vostra energia, nella vostra intelligenza, nel rispetto della legge. Rifiutate la rassegnazione. Agite e scegliete chi sa agire nell’interesse di tutti, non lasciatevi sopraffare dalla sfiducia”. Il maestro orafo ora è anche scrittore.di Valeria Folino
Nella giornata del 9 aprile, nel suggestivo borgo di Civita, si è svolta la presentazione del libro intervista di Gerardo Sacco scritto in collaborazione con il giornalista Francesco Kostner, “Sono nessuno! Il mio lungo viaggio tra arte e vita” (Casa Editrice Rubbettino).
L’arte orafa di Gerardo è conosciuta e riconosciuta ormai anche a livello internazionale, ma il Maestro calabrese, con questo libro, ha dato modo di essere apprezzato anche come scrittore.
Il volume, che ricostruisce la straordinaria esperienza umana e artistica dell’orafo crotonese attraverso la sua arte che passa per millenni di storia, culture e tradizioni.
Gerardo Sacco rappresenta un vanto e un simbolo per il Sud, un esempio e una speranza per tanti giovani. Di origini umili, nato in un quartiere poverissimo di Crotone in un periodo, quello del dopoguerra, difficilissimo e privo di possibilità, soprattutto per i giovani meridionali.
Ancora adolescente, trova lavoro in un piccolo laboratorio orafo dove esce fuori tutta la sua passione e tutto il suo talento: plasmare l’oro e l’argento.
Successivamente, si reca a Valenza, in provincia di Alessandria, per perfezionare la tecnica di lavorazione dell’oro. Pieno di entusiasmo, determinazione e tanto coraggio, torna nella sua Calabria per fondare la propria “ditta artigianale” che, oggi, è oramai un brand di fama internazionale apprezzato anche da personaggi famosi.

Nel 2016, in un discorso tenuto presso l’aula magna dell’Università della Calabria, il Maestro orafo calabrese disse: “Credete nelle vostre forze, nella vostra energia, nella vostra intelligenza, nel rispetto della legge. Rifiutate la rassegnazione. Agite e scegliete chi sa agire nell’interesse di tutti, non lasciatevi sopraffare dalla sfiducia”.
Nel corso dell’evento che si è svolto a Civita, il Sindaco del Comune cosentino, Alessandro Tocci, ha insignito personalmente Gerardo Sacco del ‘titolo’ di ambasciatore nel mondo delle tradizioni arbëreshë.

Pubblicità

Pubblicità