Litweb

Il secchio e l’acqua al Marca – Michele Tarzia

Sabato 10 Ottobre al Marca di Catanzaro per la Giornata del Contemporaneo Rassegna di Video Arte con opere di Bianco-Valente, Coniglioviola, Con.Tatto, Corpicrudi, Mocellin-Pellegrini, movimentomilc.

L’arte concentrata in pochi attimi e ti ho detto tutto, avrebbe esclamato Totò. In pochi filmati un concetto che  arriva con fotogrammi contati. Scendiamo a vedere il video dopo essere stati ai piani superiori dove i quadri appesi alle pareti stavano. Fermi. E il gioco consisteva nell’interpretazione diversa che alcuni allievi dell’accademia avevano riprodotto ed in una improbabile installazione di un albero della cuccagna desolante e da pilone autostradale più che da fruizione estetica.
Intanto  incontro  un caro amico  e nella felicità del rivederci  conosco Michele, coautore di movimentomilc, uno dei video che vedremo.  Scambiamo poche frasi e

Michele1
le prime immagini che ci vengono incontro, camminano imbavagliata lei e cieco lui, fino a scomparire dopo essersi tolti, l’un l’altro, il bavaglio e la fascia  sugli occhi

michele2

lei  mima un urlo.

Michele3

Gli appunti mi riportano a momenti di grande commozione. Lui e Lei che strappano uno la pelle dal viso dell’altro, la tirano e la tolgono dal viso, e delicatamente tolgono i residui della sovrastruttura lasciando il viso pulito.

michele6

La medusa con nel suo corpo trasparente la forma di un uomo ed un mare che risuona straziato i rumori dei tanti lamenti di corpi annegati. Nel terribile mondo della migrazione. Il dramma.

michele4

Appena fuori di casa mi misi a correre… comincia a scrivere così dal diario a Mario e continua a scrivere parole e parole sulle parole quella penna che va sullo stesso foglio, sulla stessa pagina “Il mare non bagna Napoli” di Anna Maria Ortese, “Figli di un Dio Minore”di Massimo De Cataldo  e via via fino a che il foglio diventa nero.

michele5

Poi appare lei, la nuvola di Michele. Non sappiamo se è una nuvola oppure un secchio. Se lo domandano i due filosofi Locke e Leibniz. per Leibniz è un secchio.  Il secchio è la sostanza? domanda Locke e Leibniz afferma che esiste. E qual è la sostanza del secchio? L’acqua, risponde Leibniz… un domandarsi su forma e contenuto che riporta Locke a dire” potremmo ricominciare daccapo il dialogo…

Michele7

così come io vorrei ricominciare daccapo il dialogo con Michele, medium di un’arte che invade il campo e chiede il sacrificio della scontentezza… per continuare a domandarsi e a conoscere la bellezza della comunicazione pur nella difficoltà dei corpi.
“Ritratti e Méduses” che dal Marca sono andati al Tropea Festival Leggere&Scrivere il 13 Ottobre.

Ippolita Luzzo

Add Comment

Click here to post a comment

Pubblicità

Pubblicità