Attualità Politica

Dopo incidente mortale a marzo, installati supporti di protezione sul ponte su strada per Maida

Gli interventi a seguito dell’incidente dello scorso 11 marzo

Comunicato stampa:

Viabilità sul ponte strada provinciale per Maida, il Settore viabilità dell’Ente Catanzaro ha provveduto all’installazione di supporti di protezione per la delimitazione del parapetto distrutto.

Catanzaro – Dopo l’incidente dell’11 marzo scorso, in prossimità del ponte sulla Strada provinciale 87 che porta a Maida, il Settore Viabilità e infrastrutture dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro ha provveduto all’installazione di supporti di protezione per la delimitazione del parapetto distrutto, oltre che alla definizione di  idonea segnaletica stradale che impone all’utenza di percorrere il ponte a bassa velocità su carreggiata ridotta, per motivi di sicurezza.
L’Amministrazione provinciale ha ritenuto di consentire il transito al ponte piuttosto che inibirlo, scelta che avrebbe causato disagi agli automobilisti, guardando al mantenimento delle condizioni di sicurezza come obiettivo prioritario. Al momento, vista la situazione finanziaria del nostro Ente intermedio non è possibile programmare interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria. La mancata definizione in tempi brevi della “vertenza Province” ha già mandato in crisi per mancanza di risorse la fitta rete viaria provinciale.
Il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, anche nella sua veste di presidente regionale dell’Upi, ha più volte evidenziato la grave condizione organizzativa, funzionale ed economica-finanziaria nella quale sono costrette ad operare tutte le Province d’Italia, in seguito ai successivi tagli ai bilanci stabiliti dalla Legge Finanziaria 2015.
La situazione risulta essere ulteriormente peggiorata in seguito agli interventi urgenti sul sistema viario resi necessari dal maltempo dello scorso mese di gennaio, tanto che i presidenti delle Province sono stati costretti a presentare esposti cautelativi in tutte Procure della Repubblica, della Corte dei Conti e delle Prefetture d’Italia per tutelare le Amministrazioni, per sollecitare Governo e Parlamento all’individuazione delle soluzioni da mettere in atto per superare questo momento di difficoltà ed incertezza.

Pubblicità

Pubblicità