Scuola

Ite V. De Fazio presenta una nuova lingua straniera

La dottoressa Simona Blandino, dirigente scolastica dell’Ite V. De Fazio ad indirizzo Amministrazione Finanza Marketing, nel corso di una conferenza stampa, affiancata dalla professoressa Francesca Sdanganelli e dal professore Domenico Mercuri, ha presentato il nuovo indirizzo di studio Rim (Relazioni internazionali marketing) relativo all’introduzione, nell’offerta formativa,  di  una terza lingua straniera per una sola classe terza, per il nuovo anno scolastico 2017/18, al fine di potenziare le competenze  di base necessarie ad un inserimento altamente qualificato nel mondo del lavoro e delle professioni.

lingua straniera L’innovazione,  consistente nell’introduzione dello Spagnolo accanto alle due lingue già presenti, inglese e francese,  è stata deliberata dal collegio dei docenti dopo una discussione abbastanza accesa e la scelta dello Spagnolo ha trovato piena giustificazione nel fatto  che esso  «è la lingua –  ha spiegato la dirigente scolastica Simona Blandino – che si studia  in diversi istituti comprensivi come seconda lingua: alcuni fanno inglese  e francese, altri inglese e spagnolo».
In tal modo si è cercato di dare  una risposta alle molte richieste pervenute a scuola  e «fermo restando – ha chiarito la dirigente –  l’indirizzo generale di Amministrazione Finanza e Marketing, il ragazzo, quindi,  seguirà le materie di indirizzo acquisendo le competenze generali nel campo dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi e processi aziendali ( organizzazione, pianificazione, programmazione, amministrazione, finanza e controllo, degli strumenti di marketing, dei prodotti assicurativo-finanziari e dell’economia sociale.
Le competenze in un’altra lingua  straniera, lo Spagnolo, non è fine a se stessa, ma consentirà al diplomato un immediato sbocco occupazionale  nei vari settori lavorativi operando in un contesto economico complesso ed in continua trasformazione oppure potrà proseguire gli studi. Quasi a chiusura dell’anno, possibilmente in aprile o maggio, gli studenti, che si sono cimentati nell’apprendimento della lingua spagnola, parteciperanno ad uno Stage in Spagna al fine di approfondire le conoscenze linguistiche e conoscere un nuovo Paese.
La dirigente Blandino ha anche tracciato un excursus dell’istituto di quest’ultimo scorcio di tempo soffermandosi sulle recenti innovazioni  mirate alla scelta consapevole di opere di strategiche didattiche sperimentali nonostante le difficoltà  incontrate nella loro scelta , ma « ce l’abbiamo fatta – ha detto la dirigente Blandino –  grazie anche alla legge 107/15 che ha agevolato le nostre iniziative prima che fosse approvata. Ha poi illustrato i vari passaggi attraversati dalla scuola  per l’affermazione della sua identità nel panorama provinciale e regionale.
«Noi abbiamo aperto la scuola da lunedì  a venerdì anche di pomeriggio offrendo ai ragazzi l’opportunità di ampliare l’offerta formativa  con attività extrascolastiche: teatro, musica  , corsi di informatica che hanno consentito il conseguimento della patente europea, certificazioni in lingua straniera seguendo le attitudini dei ragazzi.
Abbiamo curato – ha concluso – i rapporti con il mondo del lavoro  in linea con  l’alternanza scuola – lavoro (legge 107/ 15), insomma noi cerchiamo di preparare i ragazzi ad operare scelte consapevoli».

Lina Latelli Nucifero

Pubblicità

Pubblicità