Sport

La Libertas Lamezia alla Roma-Ostia

Si è svolta domenica 12 marzo la 43^ Roma-Ostia Half Marathon che ha visto la partecipazione di circa 12.600 atleti provenienti da tutto il mondo.

Roma-Ostia La Libertas Lamezia presieduta da Gregorio Sesto è stata presente con due suoi atleti: Elvidio Critelli e Agostino Palmieri, che come sempre hanno onorato col massimo impegno la gara.
Elvidio Critelli ha fermato il cronometro a 1h27’17” conseguendo un ottimo risultato, giungendo 133^ su 1663 atleti della sua categoria M4.
Performance di rilievo se si considera che era reduce da infortunio e non ha potuto svolgere la preparazione richiesta per una gara cosi dura e impegnativa, visti i 21, 097 km della mezza maratona.
Quindi massima soddisfazione e auspicio positivo per la stagione agonistica ormai iniziata da gennaio.
Il percorso  performante e tecnicamente idoneo a prestazioni di alto livello, è stato molto scorrevole se si eccettua il passaggio all’11° km che registrava un tratto in salita molto impegnativo con pendenza 2-3%.
La partenza ha avuto luogo dalle  strade del suggestivo quartiere Eur e si è articolato lungo Via Cristoforo Colombo, l’importante arteria che collega Roma al suo lido naturale di Ostia.
La condotta di gara dell’atleta Libertas è stata prudente, registrando il passaggio ai 10 km in 42’ circa.
Le sensazioni positive a quel punto hanno spinto Critelli a osare col tentativo riuscito nell’ abbassare la media a km, che si è attestata alla fine in 4’08”.
L’altro podista della Libertas Agostino Palmieri ormai veterano della Roma-Ostia essendo giunto con quella di quest’anno alla 11^ edizione, si è cimentato sempre sulla stessa distanza ma nella specialità della ‘marcia’, coprendo i 21,097 km in 2h28’59” .
Anche Palmieri a fine gara si è detto molto soddisfatto, e nonostante abbia un personale di 1h 29’48 per lui  è stata  e rimarrà senz’altro la più bella di tutte le precedenti, soprattutto perché anche lui dopo un infortunio degli anni scorsi, sta raggiungendo il suo migliore standard.
La giornata primaverile ha fatto da sfondo ad una gara che tra le dodici al mondo inserita nelle gare IAAF Gold label, oltre alle altre 2 italiane la Milano Marathon e la Maratona di Roma.

Pubblicità

Pubblicità