Cronaca Lamezia

Lamezia, arresti e perquisizioni nel campo rom di Scordovillo

Dalle prime ore dall’alba di oggi i carabinieri della Compagnia lametina, al comando del tenente Pietro Tribuzio e in collaborazione con il Nucleo tutela ambiente e dello Squadrone Elioportato Cacciatori di Calabria, hanno effettuato numerosi controlli a Scordovillo, il campo rom più grande del meridione: verifiche di allacci abusivi e smaltimento illecito di rifiuti.

Gli 80 militari,  presenti nel blitz di oggi, hanno effettuato numerosi arresti e hanno proceduto al sequestro delle aree utilizzate dai rom per il trattamento illecito di rifiuti e per lo smontaggio di carcasse di autovetture.

Nel marzo 2011 era stata emessa un’ordinanza di sequestro e sgombero ma, a oggi, non è stata ancora eseguita.

Pubblicità

Pubblicità