Attualità

Lamezia: Diocesi celebra la festa votiva della Madonna di Dipodi

Lunedì dell’Angelo all’insegna della preghiera e della fraternità al santuario diocesano di Dipodi dove ieri si è celebrata la festa votiva della Madonna di Dipodi.
festa votivaLa celebrazione, originariamente fissata il martedì dopo Pasqua e poi anticipata al lunedì, ricorda il rientro della statua della Vergine al Santuario diocesano da Feroleto e dai dintorni dove la sacra effige veniva portata per le varie calamità che hanno segnato nei secoli la popolazione di questi territori, in particolare in occasione dei terremoti del 1638 e del 1905.
Un’occasione di spiritualità per rinnovare il legame particolare della comunità alla Vergine Maria apparsa sul colle di Dipodi, luogo che ogni anno, soprattutto nel mese di agosto per la festa, richiama migliaia di fedeli da tutta la Calabria.
E anche un momento di comunione, che ha visto oltre sessanta persone condividere il tradizionale pranzo di pasquetta e trascorrere insieme la giornata, fino alla celebrazione eucaristica serale delle 17.30.
Dopo la Santa Messa del mattino e la breve processione attorno al santuario, che ha visto la partecipazione degli statuari di S. Antonio, la benedizione della città e il canto delle salutazioni angeliche al rientro della statua della Madonna in Chiesa.
Nel pomeriggio, il tradizionale rosario dialettale alla Vergine di Dipodi. Protagonisti della giornata, i coristi del coro dialettale, costituitosi da diversi anni, che promuovono il recupero degli antichi canti della devozione popolare in vernacolo dedicati alla Madonna.
“Un momento di preghiera e raccoglimento attorno a Maria, più intimo di quello che si vive ad agosto, quando al Santuario c’è molta gente e si rischia di disperdere il clima di preghiera”, ha detto il rettore del Santuario Don Antonio Astorino per il quale “vivere la festa votiva alla Madonna di Dipodi e stare insieme un’intera giornata con tanti devoti del Santuario, attraverso gesti semplici di preghiera e di condivisione fraterna, è un modo efficace per annunciare l’evento pasquale della Resurrezione di Gesù ed esprimere la gioia, la gioia delle donne che corsero ad annunciare agli apostoli, la gioia degli stessi apostoli che si recarono in Galilea per incontrare Gesù”.
Il primo sabato di maggio inizieranno i tradizionali quindici sabati in preparazione alla festa della Madonna di Dipodi, in programma come ogni anno il giorno della solennità dell’Assunta il 15 agosto.

Diocesi Lamezia Terme

Pubblicità

Pubblicità