Eventi&Cultura

Nancy Brilli, una moderna bisbetica al teatro Grandinetti

Di scena sullo stage del teatro Grandinetti di Lamezia Terme, per il nuovo appuntamento della saison théâtrale 2016/17 di A.MA. Calabria, “Bisbetica”, la commedia (con la traduzione e la drammaturgia di Stefania Bertola) basata sull’opera scritta alla fine del Cinquecento da William Shakespeare.

Guidati dalla nota attrice Nancy Brilli nella doppia veste di capocomico e interprete di Caterina, la forastica e insopportabile protagonista della commedia, gli altri attori esorteranno il veronese Petruccio a sposarla, incoraggiandolo con la prospettiva della ricca dote famigliare. L’intento dei personaggi è ben chiaro: portare presto all’altare Caterina, primogenita di Battista, per poi esser liberi di corteggiare e, dunque, sposare la minore delle figlie dell’uomo, Bianca, apparentemente più docile e amorevole rispetto alla sorella maggiore. Chiaramente contraria alla corte dello spavaldo Petruccio, Caterina si dovrà però inchinare al volere del padre.
«È facile approfittarsi di una donna se quella non sa farsi rispettare» è il motto di Caterina dinanzi alla prevaricazione del neo marito che, in linea alla cinquecentesca visione della donna, la vede come una proprietà e tenterà di rabbonire il suo ruvido carattere.

Tra spunti comici e musiche moderne, diverbi e misunderstandings vari nelle pause dello spettacolo nello spettacolo, Petruccio soffocherà la consorte di premure, stenti e improperi fino a farla cadere nella disperazione, ammansirla e renderla una buona moglie.
Oramai domata, la bisbetica Caterina subirà l’ostruzione da parte della sua interprete che si rifiuterà di sottomettere Caterina al marito come il maestro Shakespeare comanda. In questa commedia, il drammaturgo inglese dimostra la sua grande sensibilità critica nei confronti della donna del suo tempo ed espone il suo forte disappunto sui matrimoni combinati dettati esclusivamente da meri accordi economici.

Antonio Pagliuso
Foto Federico Riva

Pubblicità

Pubblicità