Salute&Benessere

Ospedale Lamezia, confronto istituzioni-Coordinamento sanità 19 marzo

Il “Coordinamento sanità 19 Marzo” chiederà quanto realmente spetta alla Città e quanto è più possibile ottenere per l’ospedale Giovanni Paolo II.

Di seguito la nota del Coordinamento sanità 19 marzo:

Coordinamento sanità 19 Marzo ospite a “Sotto processo”

Ieri, 8 aprile 2017, il Coordinamento sanità 19 marzo, ospite nella trasmissione “Sotto processo”, ha avuto modo di confrontarsi con istituzioni comunali, provinciali e regionali nelle persone rispettivamente dei Consiglieri Mimmo Gianturco, Armando Chirumbolo e dell’On. Mario Magno. Hanno avuto modo di intervenire inoltre Oscar Branca, Armando Cavaliere, Francescantonio Mercuri ed Antonio Carnovale.

Oggetto della trasmissione è stata la situazione sanitaria a Lamezia Terme e in Calabria in generale, perché non si deve mai dimenticare che il Coordinamento stesso si muove tanto nell’interesse della Città di Lamezia Terme, quanto dell’intero territorio regionale. Durante il contraddittorio è fuoriuscita la comune volontà di intenti e l’impegno, da parte delle istituzioni, di continuare a portare avanti gli interessi dell’ospedale lametino. I componenti del Coordinamento hanno evidenziato molte criticità presenti da sempre sostenute e rappresentato qualche soluzione più idonea che potrebbe aiutare le casse della Regione, si veda la proposizione di un trend di fusione tra Comuni vicini, nel convincimento che l’”unione” porti anche valori aggiunti da un punto di vista culturale oltre che economico. I presenti sono inoltre convenuti sul fatto di portare sui tavoli degli addetti ai lavori proposte che siano più rispondenti a quanto veramente ottenibile: il trauma center sembra più lontano. Ovviamente questa possibilità è fattibile solo con un confronto tra le parti che fino a pochissimo tempo fa è stato assolutamente assente per mancanza di interlocutori. Si auspica che anche nel prosieguo possa continuare un confronto tra le parti. L’obiettivo primario è quello di potenziare i servizi già presenti all’interno del nosocomio e comunque di non abbandonare l’idea di portarne di altri, come quelli sottratti. Non è assolutamente escluso che a breve si organizzino altre manifestazioni di popolo alle quali il Coordinamento stesso si augura un massiccia presenza dei lametini e di chiunque fosse interessato, soprattutto quindi i vicini Comuni dell’hinterland.

Coordinamento sanità 19 Marzo

Pubblicità

Pubblicità