Calabria

Paradiso del Sub…e dei bagnanti!

Continuiamo col percorso di valorizzazione delle bellezze calabresi. L’estate alle porte, è d’obbligo parlare di spiagge: oggi “visiteremo” il Paradiso del Sub.

di Valeria Folino

paradiso del sub

Vale la pena sacrificare qualche confort di troppo per riuscire a prendere il sole in questa spiaggia da copertina: una distesa  di mare color smeraldo,  nel quale anche la montagna sembra aver deciso di immergersi. Questo è il Paradiso del Sub.
Non troverete lidi o servizi ma solo natura selvaggia e per raggiungerlo bisogna munirsi di scarpe comode. Si giunge in auto percorrendo la S.S. 522 e si arriva alla stazione di Zambrone.
Dopo un piccolo ristoro al bar, che sarà l’unico che troverete da qui alla spiaggia, si percorre qualche centinaio di metri a piedi in un sentiero di terra rossa battuta. Poi si scende attraverso degli scalini leggermente ripidi, ma tutto sommato di agevole percorrenza anche per i più piccoli, e a un certo punto vi ritroverete con il naso all’ingiù ad ammirare un panorama mozzafiato: un paesaggio di quelli che non  si può  non immortalare in una foto o un selfie.
Dopo aver scorto la spiaggia di sabbia bianca e il mare cristallino, l’arsura si sopporta con meno difficoltà. Si arriva alla prima bellissima spiaggetta ma per i più “audaci”, al di là del grosso scoglio da superare, c’è una “ricompensa” più grande: una caletta di sabbia bianchissima corona un mare che sembra dipinto su tela.
Avevamo messo da parte il mare con l’articolo sul sorprendente Musaba, assolutamente da visitare, ma la Calabria è una terra circondata dal mare e l’estate fa comunque binomio con questa meravigliosa risorsa che madre natura ci ha donato: era d’obbligo tornare a parlare di una località di mare.
Il Paradiso del Sub è situato nel comune di Zambrone, provincia di Vibo Valentia, ed è proprio in questa zona della costa Tirrenica che si trovano alcune tra le più belle spiagge della Calabria caratterizzate da maestose montagne che terminano a strapiombo su distese di mare cristallino, dando luogo alla nascita di panorami veramente unici.

Se cercate un’oasi naturalistica a due passi dalla città dove trascorrere le calde giornate estive calabresi…questo è il posto giusto!
Un angolo di paradiso, amato dai sub per i suoi bellissimi fondali veri e propri “musei marini”, ma anche dai bagnanti che numerosi affollano questa  spiaggia dalle prime ore del mattino perché lo spazio non è molto e nei mesi di luglio, agosto e settembre (la nostra terra ci offre fortunatamente la possibilità di godere del mare a volte finanche ad ottobre) c’è quasi la “gara” ad aggiudicarsi il “posto più bello”, magari più vicino alla riva del mare.
Con la stagione balneare alle porte, l’augurio è che questi angoli di paradiso, vero e proprio patrimonio naturalistico della Calabria, non vengano rovinati per mano dell’uomo. Si rischia di compromettere irrimediabilmente le bellezze naturali di questa terra, ma anche di affossare l’economia turistica. Le coste calabresi continuano a subire la minaccia della mancata depurazione: la difesa del nostro bellissimo mare deve essere una della priorità della politica regionale e locale. Approfondiremo presto la problematica dell’emergenza inquinamento marino in Calabria.
Per concludere la visita al Paradiso del Sub, prima di rincasare, consigliamo di spostarsi a pochi km da Zambrone per degustare la famosa granita locale, disponibile in vari deliziosi gusti (dalla mandorla alle more di gelso) nel vicino comune di Parghelia dove, tra l’altro, troverete spiagge dai colori caraibici: mare trasparente, sabbia  bianchissima di granuli sottili…ma questa è un’altra storia da raccontare.

Pubblicità

Pubblicità