Politica

Possibile apertura di un Centro di Accoglienza per cittadini stranieri a Caminia di Stalettì

Il Dipartimento Identità e Cultura e Fratelli d’Italia-AN Catanzaro chiedono la collaborazione fra Comuni per la sicurezza sul territorio.

Comunicato stampa

“Mentre si compie in Consiglio Comunale una bagarre sulla sicurezza nel quartiere marinaro, che vede ex consiglieri di maggioranza scaricare responsabilità sull’argomento, ad una giunta insediatasi poche settimane fa, vicinissimo alla città per precisione a Caminia di Stalettì si paventa la possibilità che venga aperto un Centro di Accoglienza per cittadini stranieri.

Il tema della sicurezza alle porte della città è divenuto urgente. Sono presenti infatti, episodi di degrado già sollevati dai cittadini, che hanno come protagonisti individui extracomunitari, il più evidente è il fenomeno della prostituzione presso la stazione di Catanzaro Lido. Questo, oltre a non garantire la sicurezza della zona, per i cittadini, indica, a dispetto dei tanti finti intellettuali e demagoghi di piazza, che la tanto attesa integrazione nelle nostre zone, continua ad essere una chimera. Non è solo la nostra sicurezza in ballo, ma anche la vita di queste centinaia di stranieri che vivo in maniera indegna.

Caminia di Stalettì
Caminia di Stalettì

Ci si è poi completamente dimenticati della ricaduta che tutto ciò avrebbe agli occhi dei turisti. Cosa penseranno del nostro modo di gestire la situazione? Proviamo inoltre per un attimo, ad immaginare cosa potrebbe divenire la zona di Copanello e Caminia se cominciassero ad arrivare una serie infinita di migranti, che affollerebbero notte e giorno la statale jonica e passerebbero il loro tempo a bivaccare in zone, che d’inverno sono per di più disabitate e che d’estate dovrebbero essere quelle a maggiore attrattiva turistica e, cosa ne sarà del nostro quartiere marinaro, che potrebbe subire una invasione maggiore di questi cittadini?

Fratelli d’Italia è oggi più convinto che mai, che la politica debba garantire il bene di tutti e non solo di pochi ed è in quest’ottica che riteniamo sia necessaria una maggiore comunicazione e collaborazione tra le varie Amministrazioni civiche, al fine di evitare politiche di sfacelo del territorio, nella disperata corsa ad accaparrarsi qualche finanziamento in più”.

DE LUCA Barbara, Dipartimento Identità e Cultura
Fratelli d’Italia-AN Catanzaro

Pubblicità

Pubblicità