Eventi&Cultura

Presentato il Giugno Lametino Festival

Presentato in piazzetta San Domenico, nel centro di Lamezia, il ricco programma del Giugno Lametino Festival ideato e promosso dall’Ats (Associazione temporanea di scopo) costituitasi diversi mesi fa proprio per realizzare la kermesse, con eventi di vario genere, che prenderà il via il primo giugno prossimo e si concluderà il 9 luglio.

Giugno Lametino FestivalIl festival, patrocinato dall’Amministrazione comunale lametina, è stato presentato dal direttore artistico della manifestazione Vincenzo Ruberto e dal componente dell’Ats, Massimo Mercuri.
Sono intervenuti all’incontro il consigliere regionale Mario Magno e la consigliera comunale Carolina Caruso; presente il consigliere comunale Francesco Ruberto, la presidente della Pro Loco lametina Giusy Ruberto ed anche alcuni dei soggetti coinvolti nel fitto calendario di eventi.
Ha concluso la presentazione il sindaco della città Paolo Mascaro.  “Questa del giugno lametino non è una manifestazione originale, in quanto l’avevamo già realizzata nei primi anni del 2000 – ha spiegato Ruberto –abbiamo voluto riproporla in quanto crediamo che nel mese di giugno, qui a Lamezia, convergano tante iniziative che possono realmente costituire un volano per l’attrazione turistica, a cominciare dalle feste per i santi protettori e i santi patroni”.
Nel “Giugno Lametino Festival” sono previsti oltre 80 eventi promossi da una cinquantina di associazioni aderenti al progetto proposto dall’Ats.
Essere riusciti a mettere insieme tante realtà diverse e a fare rete per la promozione socio-culturale del territorio è già un importante traguardo raggiunto – ha commentato Mercuri – Un ‘grazie’ sentito va anche agli sponsor che hanno aderito numerosi e che, con il loro fattivo e prezioso contributo, ci consentono di sostenere i corposi costi della manifestazione”.

Magno ha plaudito all’iniziativa che “vede insieme l’associazionismo del territorio ed il Comune per una manifestazione che punta al coinvolgimento popolare. Una vera occasione di crescita per il nostro territorio e per ritrovare l’identità di una Lamezia città finalmente unita e non ancora divisa in tre ex comuni”.
Sulla stessa lunghezza d’onda anche Carolina Caruso che ha dichiarato: “La città ha bisogno di questi momenti di festa per riassaporare il gusto di stare insieme, per spostarsi da un quartiere all’altro per seguire questo o quell’evento e, al contempo, per riscoprire angoli e scorci di una Lamezia che ha tanto da offrire e che ancora noi stessi non conosciamo a sufficienza”.
Mascaro ha affermato: “Con questa iniziativa Lamezia mostra il suo volto migliore, di città onesta che sa dire ‘no’ alla criminalità, che sa mettere in campo nuove idee e sa progettare propositività”.
Il sindaco ha poi evidenziato il fatto che il festival è a costo zero per il Comune grazie all’impegno della Pro Loco, delle associazioni e degli sponsor. “Dobbiamo costruire momenti di socialità e non ‘buchi neri’ che sono tutti quei debiti che ci siamo ritrovati e che ancora impediscono a questa città di dispiegare le sue ali”.
Mascaro si è detto d’accordo sui piccoli eventi distribuiti nell’arco temporale di oltre un mese “perché sono iniziative fondate sulla nostra cultura e la nostra tradizione; sono contrario al grande evento di un giorno o di poche ore che costa cifre iperboliche e che non lascia traccia nella comunità”. Il primo cittadino ha poi avuto parole dure per chi ostacola il decollo di Lamezia.

Maledico – ha tuonato Mascaro – chi ancora cerca di far morire questa città, chi getta il seme del sospetto, chi calpesta il sogno e la speranza di tutto un territorio. Maledico ch è pronto ad uccidere questa città che difenderò con tutto me stesso. Lamezia è viva e vivace, vero fulcro della regione, culturalmente leader nella nostra regione”.
Tra i tanti eventi in programma nel “Giugno Lametino Festival” le celebrazioni per San Francesco di Paola, Sant’Antonio da Padova, Santa Maria delle Grazie e per i patroni, i Santi Pietro e Paolo.
Previste anche tre tavole rotonde che si terranno in piazzetta San Domenico. La prima avrà per tema “Lamezia vista dai vicini” e a parlare della terza città della Calabria saranno amministratori locali e regionali. Il secondo incontro dal titolo “Lamezia: sogno, illusione o delusione” vedrà protagonisti gli ex sindaci della città.
La terza tavola rotonda è in calendario per il 28 giugno e coinvolgerà l’imprenditoria locale che dibatterà delle problematiche esistenti sul territorio. L’8 giugno, il cortile della parrocchia di San Francesco di Paola, ospiterà il “Cineforum pianeta giovani”, con la proiezione di film riguardanti le problematiche giovanili. Il 24 giugno ci sarà anche la “Notte bianca” organizzata dai commercianti che aderiscono a “Lamezia shopping”.
Nel ricco programma anche la settima edizione di Trame, il festival dei libri sulle mafie che si terrà dal 21 al 25 giugno.
Sempre il 24 giugno allo stadio D’Ippolito si svolgerà la manifestazione sportiva benefica “Un goal per un sorriso”. Durante le celebrazioni antoniane, piazza Mazzini ospiterà la “Sagra del contadino”, mentre per i santi patroni la stessa centralissima piazza sarà animata dalla “Sagra della cipolla nicastrese”.
Gli Istagramers organizzeranno escursioni nei quartieri storici cittadini come San Teodoro, Timpone e Craparizza. Queste sono solo alcune delle tante iniziative che movimenteranno tutto il mese di giugno e i primi 9 giorni di luglio per l’edizione del “Giugno Lametino Festival” 2017.

Clicca qui per il programma completo

                                                                      I promotori della manifestazione

Pubblicità

Pubblicità