Calabria Cronaca

Reggio Calabria: Intitolata una via del centro a vittima di ‘ndrangheta

“La Prefettura di Reggio Calabria ha dato parere favorevole alla intitolazione di una via a Ferdinando Caristena commerciante di Gioia Tauro, ucciso il 18 maggio 1990, per mano di killer della ‘Ndrangheta”. Lo rende noto il massmediologo Klaus Davi, che promosse nel novembre dello scorso anno la campagna volta a dedicare una strada al negoziante, ucciso barbaramente da due sicari ingaggiati dal clan Mazzitelli Molè poiché, come raccontò successivamente il pentito Annunziato Raso, “era gay e quindi avrebbe infangato l’onore della famiglia”.

“La Giunta comunale di Gioia Tauro allora guidata dal sindaco Giuseppe Pedà, con delibera n. 183 del 9 dicembre 2016 ha deliberato di intitolare alla memoria di Ferdinando Caristena, una via nel centro della città, attualmente priva di denominazione, situata nelle immediate vicinanze dell’istituto scolastico “San Filippo Neri”.
Caristena era un commerciante gioiese, assassinato il 18 maggio 1990 per mano di due killer della ‘Ndrangheta, all’interno del suo negozio in pieno centro città.
Acquisito il parere della Deputazione di Storia Patria per la Calabria e della Questura di Reggio Calabria, la Prefettura ha autorizzato, con decreto in data odierna, l’intitolazione in argomento, ai sensi della Legge 23 giugno 1927, n. 1188 e della circolare del Ministero dell’Interno n. 4 del 10 febbraio 1996”.

Pubblicità

Pubblicità