Calabria Salute&Benessere

Replica di Dirittocrazia Popolare: quella di Pugliese è stata una risposta inopportuna

Massimiliano Giglio, responsabile dell’associazione Dirittocrazia Popolare, replica alla dichiarazione a mezzo stampa del Direttore Amministrativo dell’Asp di Catanzaro, dott. Giuseppe Pugliese.

La replica del Direttore Amministrativo dell’Asp di Catanzaro alla mia richiesta del motivo per cui viene negato il diritto all’accesso della delega sullo stipendio in riferimento al DPR 180/1950 ART. 58 che cita
“Prevede delle puntuali ipotesi di delegazione di pagamento (quote del prezzo o pigione afferenti ad alloggi popolari od economici) per le quali l’Amministrazione è tenuta, una volta accertata la sussistenza dei presupposti di legge, a dare senz’altro esecuzione del dipendente, non avendo nessuno spazio per la valutazione discrezionale.

La risposta è stata alquanto indecifrabile, inopportuna e di tutt’altra natura, fa riflettere che un Direttore Amministrativo di un Azienda pubblica con migliaia di dipendenti usi toni accesi al limite delle offese e delle querele, ponendo dubbi sull’operato di altre Amministrazioni Pubbliche che concedono ai propri dipendenti sia la delegazione convenzionale di pagamento, a discrezione della stessa, e sia la delegazione legale che è OBBLIGATORIA.
Il suo “disinteressamento voluto”, specie sull’obbligatorietà della delegazione legale, pone dei seri dubbi sulla gestione della cosa pubblica ma non è mio compito approfondire ed invito il Direttore Generale per l’approfondimento.

Il Direttore Amministrativo imputa allo scrivente la mancata lettura della Circolare Ministeriale  n.2/2015, consiglio al Direttore di leggere le circolari ed i documenti ufficiali fino all’ultima riga, e in questo caso, nelle ultime righe il Ministero dell’Economia e Finanze (MEF) in riferimento al sistema operativo NoiPa, citato in parte dal Direttore, cita “Invece, per le altre Amministrazioni pubbliche che utilizzano un diverso sistema gestionale delle partite stipendiali, le presenti istruzioni assumono essenzialmente il valore di criteri di orientamento di guida”.

Probabilmente nel leggere la mia nota il Direttore Amministrativo verrà a conoscenza dei diritti dei dipendenti ed emanerà una circolare interna dove, in casi di richiesta di delegazione legale ed avendo i requisiti di legge, verrà concessa senza ulteriori “disinteressamenti voluti”.

In questo caso, chi rappresenta l’associazione Dirittocrazia Popolare ha dimostrato un’approfondita conoscenza dell’argomento, e rubo la battuta, “ma per fortuna non tutti i mali vengono per nuocere”.

Massimiliano Giglio
Dirittocrazia Popolare

Pubblicità

Pubblicità