Sport

#Tdr2017 Calcio a 5: Delirio Juniores! I campioni d’Italia siamo noi!

La Calabria è Campione d’Italia!

Comunicato stampa:

Annientata l’Emilia Romagna in una stupenda finale!

Catanzaro – La Calabria sportiva, calcettistica in particolare, può festeggiare: la Calabria è Campione d’Italia! I ragazzi di Mister Mendicino alzano al cielo l’ambita coppa al termine di una finale giocata alla grande: dopo un avvio iniziale un po’ timoroso, Monterosso e compagni prendono possesso del campo imponendo il proprio gioco. Alla fine il risultato è di 7-3 a favore dei nostri ragazzi: gara tenuta sempre in mano, vinta con la forza della testa e capacità tecniche importanti.
Mendicino ed il suo staff, il preparatore dei portieri Lanni, il suo secondo Francesco Gallo, e Silvio Falvo, hanno lavorato benissimo ed hanno preparato al meglio i ragazzi: i frutti si sono visti con la vittoria del titolo al termine di un torneo giocato splendidamente.
Raggiante Giuseppe Della Torre, Responsabile del Calcio a 5 per il CR Calabria: “Ci credevo sin dal primo raduno: ho visto come hanno lavorato i ragazzi in questi mesi e non avevo timore di sbagliarmi pronosticando la vittoria finale. Mister Mendicino ed il suo staff hanno meritato la vittoria finale poiché non hanno tralasciato nulla al caso, studiando dettagliatamente ogni tipo di situazione. Una vittoria di tutto il movimento del futsal calabrese. Una vittoria di tutti, dal collaboratore Ciciariello, al massaggiatore Celi, al medico Franco Funari ed al Capo Delegazione Domenico Luppino che sono stati sempre al nostro fianco non facendoci mancare nulla. Bravi tutti”.
Anche il Presidente Mirarchi è sulla stessa lunghezza d’onda: “Complimenti a tutti, di vero cuore: questa vittoria deve essere da sprone per tutti, dalle società agli stessi calciatori, Le Rappresentative sono il frutto del lavoro che le nostre associate fanno al loro interno e questo successo deve essere da esempio per lavorare sempre meglio per toglierci altre soddisfazioni”.

La gara ed il tabellino

Emilia Romagna – Calabria 3-7 (1-2)

Marcatori: al 1’pt Aruci (ER), al 5’pt Frustace e al 19’st (C), al 8’pt Monterosso (C), al 7’st al 9’st e al 14’st De Cario (C), al 11’st Garofalo (ER), al 17’st Pagliuso (C), al 20’st Ugon (ER)

Emilia Romagna: Coppola, Toschi, Giunchi, Quaye, Benaroub, Ugon, Garofalo, Aruci, Sampaoli, Martella, Raiola, Caccavale. All.: Sig. Castellani
Calabria: Lambre, Cristaudo, Bianco, Martino, Nirta, Graziano, Pagliuso, Minnella, Frustace, Monterosso, De Cario, Caristo. All.: Sig. Mendicino

Arbitro: Sig.ri Decorato e Fiorentino (Sez. Barletta) Crono: Sig. Di Bello (Sez. Barletta)
Ammoniti: De Cario (C),

Al PalaFlorio di Bari va in scena l’ultimo atto del Torneo delle Regioni 2017 di Calcio a 5. In finale Calabria ed Emilia Romagna hanno giocato per il titolo di Campione d’Italia. Tra le fila calabresi recupera in extremis De Cario dopo l’infortunio subito ieri contro il Veneto. Quintetto base per Mister Mendicino, con Lambrè in porta, capitan Monterosso, Frustace, Minnella e De Cario.
Emilia Romagna subito avanti dopo un minuto rete di Aruci che recupera e batte Lambrè in uscita. Frustace ci prova dalla distanza ma è attento Coppola a mettere in angolo. I ragazzi di Mister Mendicino sembrano contratti e non riescono a mostrare il bel gioco fatto vedere in ogni incontro fin qui disputato. Frustace al 5’ riporta in parità l’incontro: fendente dalla destra che non lascia scampo a Coppola. Poco dopo ottima occasione per l’Emilia Romagna ma l’estirada di Quaye è in ritardo. Lambrè sventa su Toschi in uscita: bella gara nelle battute iniziali con l’Emilia Romagna che si copre bene e riparte in velocità.  All’8’ capitan Monterosso recupera palla e calcia in porta: Coppola respinge ma la ribattuta dello stesso Monterosso è letale. Vantaggio Calabria. A questo punto è la Calabria ad alzare il ritmo: De Cario ha due occasioni per realizzare la terza rete per i suoi, ma l’Emilia Romagna riesce sempre a salvarsi. All’11’ bella azione tra Monterosso e Frustace con quest’ultimo che va al tiro ma non trova la porta. Sempre Frustace qualche secondo dopo salva di testa sulla linea di porta un bel pallonetto di Aruci. I ritmi sono altissimi e l’Emilia Romagna spinge alla ricerca del pari. Al 14’ Martino ha una buona occasione a tu per tu con Coppola ma l’estremo difensore avversario para bene. Al 15’ l’Emilia Romagna va vicinissima al pareggio ma prima Monterosso e poi Frustace ribattono sulla linea di porta le sortite avversarie. Al 16’ capitan Garofalo ci prova su punizione ma Lambrè è attento. Al 17’ ancora un incontenibile Monterosso si invola sulla fascia ma il suo pericoloso traversone è messo in angolo da un avversario che anticipa di un soffio Frustace. La tensione per l’importanza della gara è ben visibile: le due squadre pur attaccando riescono a difendere bene. Il primo tempo termina con la Calabria in vantaggio.
Nella ripresa l’Emilia Romagna alza il baricentro alla ricerca del pari ma la Calabria riesce a fermare ogni attacco con una grande fase difensiva. Una sventola di Frustace al 5’ viene messa in angolo da Coppola. Un minuto dopo sempre Frustace tenta un pallonetto ma la palla termina alta. Ancora Frustace un minuto dopo ci prova ma la sfera sfiora l’incrocio. Al 7’ la Calabria trova la terza rete: sempre Frustace tenta la conclusione, sul secondo palo interviene De Cario che la mette dentro.  Sempre De Cario trova il poker al 9’ sfruttando una corta respinta della difesa avversaria dopo una bella azione di Pagliuso. L’esultanza del giovane calabrese è per il fisioterapista Celi bravissimo a rimetterlo in sesto dopo l’infortunio subito contro il Veneto. L’Emilia reagisce con Quaye ma il preciso tiro dell’universale è preda di Lambrè. Massimo sforzo per i ragazzi di Mister Castellani che provano in ogni modo a riaprire la partita. All’11’ splendida punizione di Garofalo che porta lo score sul 4-2. Ci prova Banaroub dalla distanza ma Lambrè è bravo a mettere sulla traversa. Al 13’ ci prova Pagliuso ma il suo bel tiro è deviato in angolo da un avversario. Sugli sviluppi dello stesso De cario trova ancora la rete per il 5-2 calabrese. L’Emilia Romagna ci prova anche alzando il portiere facendolo partecipare alla manovra. Al 17’ è Pagliuso a realizzare la rete del 6-2 con un preciso tiro che si infila all’angolino. L’Emilia Romagna non ci crede più ed ogni attacco di Garofalo e compagni è preda dei ragazzi calabresi. Al 18’ Frustace dalla propria area riesce a realizzare la rete del 7-2 con un pallonetto a porta sguarnita e conquistare così la classifica cannonieri del Torneo. A 10’’ dal termine Ugon realizza per l’Emilia Romagna ma ormai è delirio Calabria! I ragazzi di Mendicino entrano nella storia conquistando il titolo di Campioni d’Italia!

Pubblicità

Pubblicità