Sport

#Tdr2017 Calcio a 5: Juniores ai quarti. Out Giovanissimi, Allievi e Femminile

I risultati della giornata 3 del Torneo di Calcio a 5 Puglia 2017

Comunicato stampa:

Nella terza giornata del Torneo di Calcio a 5 i ragazzi della Juniores escono sconfitti a pochi secondi dal termine. Giovanissimi battuti dalla Sicilia, Allievi e Femminile sconfitti da Abruzzo e Lazio

Catanzaro – Terza giornata del Torneo delle Regioni di Calcio a 5 che termina con quattro sconfitte su altrettanti incontri per le Rappresentative calabresi. Indolore quella della Juniores: i ragazzi di Mister Mendicino perdono a 6’’ dal termine contro un forte Lazio, pur essendo stati in vantaggio fino a tre minuti dal termine. Il Lazio, nelle cui fila militano diversi naturalizzati provenienti dal Brasile, ha dovuto sudare le classiche sette camicie per avere la meglio su Capitan Monterosso e compagni. E’ stato il fenomeno  Mazzoleni Dos Santos a regalare il primo posto ai laziali. I nostri ragazzi passano ai quarti come migliore seconda d ai quarti si affronteranno i padroni di casa della Puglia al Palazzetto dello Sport di Cisternino. Per quanto riguarda le altre Rappresentative, i Giovanissimi di Mister Lombardo dominano la Sicilia nella prima frazione di gioco, ma nella ripresa subiscono un black out inaspettato. I siciliani ribaltano il risultato ed alla fine si aggiudicano i tre punti. Anche gli Allievi di Mister Molluso tengono il campo solo per un tempo: l’Abruzzo nella ripresa infligge una dura sconfitta ad Ali e compagni. Le ragazze di Tulino lottano come sempre ma alla fine si devono inchinare ad un Lazio dalle individualità importanti: su tutte la Marsili autrice di quattro delle sei reti subite da Scicchitano e compagne. Domani turno di riposo: sabato quarti di finale, domenica semifinali e lunedì finalissime dell’edizione 2017 del Torneo delle Regioni di Calcio a 5.

Gare e Tabellini

Giovanissimi: Sicilia – Calabria 6-4 (2-4)
Marcatori: al 30’’pt Attinà (C), al 4’pt Vitale e al 12’pt (S), al 6’pt e 11’pt Laganà (C), 7’pt Sciume (C), al 4’st e al 12’st Dramissino (a) (C), al 9’st Comandatore (S), al 11’st Romano (S)
Sicilia: Fichera, Comandatore, Paladino, Seccia, Romano, Vitale, Colore, La Pedota, Baio, Lanzafame, Manservigi, Panebianco. All.: Sig. Zinna
Calabria: Zaffino, Sciume, Macri’, De Marco, Attinà, Laganà, Zaffino F.P., Tosti, Dramissino, Occhiuzzo, Meschino, Dzhemaili. All.: Lombardo

Arbitro: Sig. Scolamacchia (Sez. Barletta) Crono: Sig.ra Sparviero (Sez. Molfetta)
Ammoniti: Laganà e Sciume (C), Romano (S)
Espulso Laganà a fine gara per comportamento non regolamentare.

Parte forte la Calabria che con Attinà trova il vantaggio dopo appena 30’’. La Sicilia pareggia al 4’ grazie ad un calcio di punizione ben battuto da Vitale. Il capitano siciliano ci riprova pochi secondi dopo ma è bravo Dzhemaili a respingere. Bella gara con continui capovolgimenti di fronte: super Laganà regala una perla portando di nuovo in vantaggio la Calabria al 6’. Un minuto dopo è Sciume a portare la Calabria sul 3-1. La Sicilia attacca per rimettersi in partita: è La Pedota al 5’ a scagliare un gran tiro ma ancora una volta Dzhemaili si fa trovare pronto mettendo in angolo. Ci prova ancora capitan Vitale dalal distanza ma il tiro è alto. All’11’ è ancora il folletto Laganà a trovare il quarto gol per la Calabria: imprendibile per gli avversari il talentino della Segato Viola. A 20’’ dal temine è Meschino a provarci ma il suo tiro impatta sul palo esterno. A 3’’ dalla fine del primo tempo è ancora Vitale, ancora su punizione dal limite, a rimettere in corsa i suoi. La Sicilia rientra in campo con una intensità maggiore e la Calabria sembra intimorita. La Sicilia accorcia ancora grazie ad un autogol di Dramissino su azione di Baio. A questo punto i siciliani spingono sull’acceleratore ma è la Calabria ad andare vicino al gol con Attinà il cui tiro sbatte sul palo interno. Il pari è nell’aria e la Sicilia lo realizza al 9’ con Comandatore. La Calabria ha l’occasione per il vantaggio con un tiro libero, ma Attinà si fa ipnotizzare da Panebianco. A quattro minuti dal termine la Sicilia trova il vantaggio con Romano abile a sorprendere Dzhemaili con un bellissimo pallonetto. La Calabria non ci sta e si riporta in avanti buttando il cuore oltre l’ostacolo: la doccia fredda per i ragazzi di Mister Lombardo arriva a 2’40’’ dal termine quando su una ripartenza di Baio ancora una volta Dramissino in scivolata mette la palla nella propria porta. La Calabria ci prova ma ormai è troppo tardi: la Sicilia vince e condanna Laganà e compagni all’eliminazione dal Torneo.

Allievi: Abruzzo – Calabria 6-2 (2-2)
Marcatori: al 4’pt al 16’pt al 9’st e al 17’st Di Febbo (A), al 9’pt Ali (C), al 17’pt Romano, al 1’st Colecchia (A), al 10’st Mammarella (A)
Abruzzo: Berardi, Barbone, Ciccotosto, Colecchia, Di Febbo, Giuliani, La Rovere, Maccarone, Mammarella, Raimondi, Rossi, Di Francescantonio. All.: Sig. Morelli
Calabria: Martinis, Ciccarello, Lombardo, Romano, Liuzzo, Ali, Leonardo, Fazzalari, Raso, Montalto, Campolo. All.: Sig. Molluso

Arbitro: Sig. Fiorentino (Sez. Barletta) Crono: Di Cataldo (Sez. Barletta)
Ammoniti: Ali, Liuzzo e Montalto (C), Maccarone e Colecchia (A)

I ragazzi di Molluso dopo un buon primo tempo crollano nella ripresa sotto i colpi dell’ottimo Di Febbo. Poker per il forte giocatore abruzzese che risulterà alla fine il migliore in campo per distacco. E’ proprio lui ad aprire le marcature al 4’; la Calabria pareggia grazie ad Ali e da quel momento la gara fila liscia in un sostanziale equilibrio. Il botta e risposta tra il 16’ ed il 17’, con il vantaggio dell’Abruzzo sempre con Di Febbo ed il pareggio della Calabria con Romano, fissano il risultato in parità al termine della prima frazione di gioco. Nella ripresa è un monologo dell’Abruzzo: subito Colecchia porta in vantaggio i suoi e, nonostante la reazione della Calabria, il quarto gol arriva al 9’ con il solito Di Febbo. Un minuto più tardi è Mammarella a portare a cinque le reti abruzzesi ed infine super Di Febbo realizza la sesta rete chiudendo l’incontro.

Femminile: Lazio – Calabria 6-1 (2-1)
Marcatori: al 2’pt Di Felice (L), al 17’pt 6’st al 13’st e al 16’st Marsili (L), al 18’pt Scicchitano (C), al 9’st Di Carlo
Lazio: Manzo, Bartoccetti, Gagnoni, Buccino, Di Felice, Marsili, Vattone, Panattoni, Di Carlo. All.: Sig.ra Biondi
Calabria: Soldano, Mauro, Mallamace, Audia, De Marco, Caruso, Loprevite, Florio, Scicchitano, Gerace. All.: Sig. Tulino

Arbitro: Sig.ri Di Benedetto e De Nuci (Sez. Foggia) Crono: Sig.  Giuliano (Sez. Foggia)
Ammoniti: Florio (C)

Il Lazio parte subito forte trovando il vantaggio al 2’ con Di Felice al termine di una bella azione personale. La Calabria cerca la reazione ma le ragazze sono imprecise nella verticalizzazione finale. Al 6’ Scicchitano intercetta e riparte tutta sola verso la rete: miracolo di Manzo che respinge in angolo. La Calabria accelera e per poco Caruso non trova la deviazione vincente per ristabilire la parità. Le ragazze cominciano a prendere fiducia e soprattutto iniziano anche a difendersi bene. L’unica occasione di rilievo è per una girata al volo di Marsili al 16’. Audia si fa trovare pronta in difesa, bloccando tutte le sortite avversarie ed in contropiede regala a Loprevite la possibilità di calciare, ma la palla esce a lato. Il Lazio trova il raddoppio al 17’ con Marsili abile a trovare l’angolino  basso. Reagisce subito la Calabria e la capitana Scicchitano riporta le sue in gara con il più classico dei colpi di futsal, la puntata, che batte l’incolpevole Manzo. Soldano mantiene la Calabria in corsa grazie ad un intervento prodigioso su una punizione dal limite. Il primo tempo finisce dunque con IL Lazio in vantaggio per 2-1; al rientro il Lazio va vicino alla terza rete con Gagnoni il cui tiro sbatte sulla traversa a Soldano battuta. Le laziali spingono maggiormente, cercando la porta con più insistenza. L’occasione per il pari capita tra i piedi di Loprevite al 3’: l’attaccante del Vibo C5 si fa ipnotizzare da Manzo che salva il risultato. Al 6’ il Lazio trova la terza rete ancora con Marsili che salta tre avversarie e batte Soldano in maniera impeccabile. Il poker laziale è realizzato al 9’ da Di Carlo che si libera bene della diretta avversaria trovando l’angolino. Il Lazio a questo punto è padrone del campo e per le ragazze di Tulino si fa davvero difficile. Al 12’ capitan Panattoni colpisce la traversa con una punizione dal limite: il gol è nell’aria e viene realizzato ancora da Marsili con una gran botta dal limite. E’ sempre la Marsili a realizzare la sesta rete per il Lazio, il poker personale, un minuto più tardi. La reazione della Calabria si concretizza con un tiro dalla distanza di Caruso. Le laziali con gli occhi agli aggiornamenti live controllano la gara in attesa di una buona notizia proveniente dall’altro incontro fra Campania e Lombardia. La gioia laziale è incontenibile a fine gara: le ragazze di Mister Tiziana Biondi festeggiano la qualificazione ai quarti di finale grazie alla vittoria della Campania che di fatto elimina la Lombardia consentendo il ripescaggio tra le migliori seconde proprio a Marsili e compagne.

Juniores: Lazio – Calabria 4-3 (1-2)
Marcatori: al 4’pt al 30’’st e al 20’st Mazzoleni Dos Santos (L), al 4’pt Frustace (C), al 10’pt Minnella (C),  al 2’st De Cario (C), al 18’st  Gattarelli (L)
Lazio: Mioli, Mazzoleni Dos Santos, Pezzin, Gattarelli, Aragona, Galbiati, Corso, Picchi, Peixoto, Moguel, Biraschi, Pasqualucci. All.: Sig. Corsaletti
Calabria: Lambre, Cristaudo, Bianco, Martino, Nirta, Graziano, Pagliuso, Minnella, Frustace, Monterosso, De Cario, Caristo. All.: Sig. Mendicino

Arbitro: Sig.ri Cursio e Mastropasqua (Sez. Foggia) Crono: Sig. Giuliano (Sez. Foggia)
Ammoniti:  Moguel e Galbiati (L)

Tra Calabria e Lazio è sfida per il primato nel girone. Dopo una fase iniziale di studio, botta e risposta fra le due squadre: Mazzoleni porta in vantaggio il Lazio, qualche secondo dopo Frustace ristabilisce la parità. Al 5’ De Cario colpisce il palo al termina di una bella azione personale. Gara molto combattuta ed intensità ai massimi livelli: continue azioni da una parte e dall’altra con Mazzoleni Dos Santos ad emergera dalla parte laziale e Frustace e Monterosso dalla parte calabrese. Al 10’ Calabria in vantaggio: uno schema su punizione porta Minnella a segnare un’importantissima rete. Al 14’ grande parata di Lambrè su tiro di Picchi. Il primo tempo finisce con la Calabria in vantaggio che tiene ai ripetuti attacchi avversari. La ripresa si apre subito con il pareggio di Mazzoleni Dos Santos, ma al 2’ De Cario riporta la Calabria in vantaggio. Partita tiratissima con continui capovolgimenti di fronte: al 6’ Minnella ci prova ma il tiro è a lato. Nel Lazio emerge Mazzoleni Dos Santos per qualità individuale: da tenere sotto controllo il classe 96 laziale. Il Lazio ha due occasionissime con due punizioni dal limite ma le spreca malamente. La pressione del Lazio si fa sempre più insistente con i calabresi schiacciati nella loro metà campo a difendere il vantaggio. E’ una vera e propria battaglia colpo su colpo: il Lazio spinge forte, la Calabria tiene bene. Il tempo passa ma il Lazio non iresce a trovare il guizzo giusto per trovare il pari. Al 16’ occasione d’oro per la Calabria: Frustace batte a rete, Mioli respinge corto ma Pagliuso non trova la porta sul tap in. De Cario ha l’occasione giusta per portare i suoi in vantaggio ma il tiro a tu per tu contro il portiere finisce alto. Sull’azione successiva il Lazio trova il pareggio con Gattarelli. A 17’’ dal termine occasione per la Lazio ma Gattarelli arriva tardi . Pochi secondi dopo Mazzoleni Dos Santos firma il vantaggio che regala il primo posto ai laziali.

Pubblicità

Pubblicità