Attualità

L’ultimo saluto della città a Simona Di Cello

Si sono svolti questo pomeriggio i funerali della giovane lametina Simona Di Cello, deceduta improvvisamente ieri mattina, giovedì 16 marzo.

Simona Di CelloLa giovane donna era moglie, madre e sportiva eccellente: ex atleta di pallavolo, ha giocato con la Medinex Lamezia e con la Engeco ottenendo promozioni dalla serie C alla B1.
Sul social network, appena diffusa la notizia, si sono susseguite testimonianze d’affetto e di conforto al giovane marito, Domenico Zoccali, persona molto stimata nella città di Lamezia Terme.
Anche il mondo della pallavolo lametina aveva espresso nella giornata di ieri il suo cordoglio, inviando un messaggio di vicinanza e solidarietà alla famiglia tutta.
Le esequie si sono svolte alle ore 16.00 nella Parrocchia della Beata Maria Vergine Addolorata (la Pietà) di Lamezia Terme: tantissime le persone che hanno partecipato tra le lacrime e tanta commozione.
Prima della celebrazione dei funerali, era stata allestita la camera ardente presso “La Pietà” di Putrino.
Anche nella casa funeraria, grande è stata la partecipazione di tutta la cittadinanza, unità nel dolore per questa, tutt’oggi ancora inspiegabile, tragedia.

La folla, all’arrivo della bara in Chiesa, tra parenti, amici, colleghi, sportivi e tanti altri  cittadini, si è unita al dolore della famiglia in un comune e commosso cordoglio.
A darle l’ultimo saluto anche il coach della Raffaele Lamezia, Rino Guzzo, che ha allenato Simona ai tempi della Medinex:
“Oggi, purtroppo, è una giornata estremamente triste. Simona, normalmente, restava sempre in campo, era difficile che uscisse… Oggi, invece, è uscita dalla Vita.
Però, sicuramente, rimarrà sempre nel nostro ricordo, nel nostro cuore e resterà sempre dentro di noi tutto ciò che ci ha lasciato. Simona, col suo sorriso, riusciva ad aiutarci anche nei momenti negativi e, con la sua simpatia, riusciva ad addolcire anche l’amaro della sconfitta.
Proprio per questo, era una persona amata da tutti: anche gli avversai avevano stima e rispetto per la professionalità e la serietà con la quale si relazionava in campo. Per me, è una grande perdita: proprio perché è stata una grande persona che ha saputo proiettare anche nella propria famiglia i veri valori.
Fa male il pensiero che non ci sia più.”

Ai suoi familiari, le partecipi condoglianze di tutta la redazione di Lameziaterme.it

Pubblicità

Pubblicità