Eventi&Cultura

Università Magna Graecia: il Centro Residenziale nel cuore del centro storico

Cardamone, Abramo, Pujia

Abramo e Cardamone: “Intervento strategico per il rilancio del centro storico”

Centoquarantatre posti letto nel cuore della città per gli studenti universitaria della “Magna Graecia”. Un intervento di notevole pregio urbanistico che consentirà di riconvertire la vecchia scuola “Chimirri” di via Cilea in un moderno complesso residenziale a servizio delle facoltà universitarie già presenti (sociologia) e di quelle che andranno a costituire il Polo didattico del centro storico.
Il progetto di massima del centro residenziale universitario – che entro la fine di aprile si trasformerà nel progetto esecutivo – è stato presentato a Palazzo De Nobili dal presidente della Fondazione UMG, prof. Arturo Puija, ai vertici istituzionali (il sindaco Sergio Abramo e il presidente del Consiglio comunale Ivan Cardamone) e ai capigruppo consiliari.
L’intervento sarà realizzato dalla Fondazione UMG con una spesa di 6 milioni e mezzo di euro, derivante in buona parte dai finanziamenti concessi con apposito bando dal Ministero dell’Istruzione e dell’Università. L’edificio è invece stato concesso in comodato gratuito trentennale dall’Amministrazione comunale.
L’ex edificio scolastico si compone di cinque corpi di fabbrica variamente articolati di quasi 6.000 mq oltre ad un’area esterna di quasi 4.000 mq.

Il presidente Puija, nel corso della sua illustrazione, ha ricordato i principali obiettivi dell’intervento: intensificare il rapporto Città – Università; favorire presenza stabile di studenti nel centro cittadino; riqualificare un’area fatiscente della città storica e renderla parte integrante del polo universitario decentrato nel centro storico di Catanzaro; avviare il processo di rinnovamento urbano di Catanzaro.

Obiettivi che – ha sottolineato il sindaco Abramo – sono pienamente condivisi dall’Amministrazione comunale. La collaborazione con l’UMG e con la Fondazione UMG ha permesso di portare nel centro storico una facoltà prestigiosa come sociologia e la sede dei corsi di specializzazione e dei master nel complesso monumentale del San Giovanni.

Il presidente dell’assise comunale, Cardamone, ha ricordato la volontà unanime espressa dal Consiglio nella concessione dell’immobile alla Fondazione UMG ed ha ringraziato il prof. Puija per lo sforzo generoso che sta producendo per fare crescere la qualità della vita degli studenti della “Magna Graecia”.

Pubblicità

Pubblicità