Attualità Editoriale Slider

Verde in pericolo

Il Bhutan è un piccolo paese del sudest asiatico dove, per festeggiare la nascita del figlio del re, hanno piantato 108 mila alberi e dove la Costituzione stabilisce che il 60% del territorio deve e dovrà  essere obbligatoriamente destinato e conservato come area verde.

faggeta
In questo lembo di mondo, dove vivono poco più di settecentocinquantamila persone, il benessere delle persone non si misura sulla base del PIL (prodotto interno lordo) ma sulla FIL che è la Felicità Interna Lorda tanto che sta per essere avviato il progetto Paese della Felicità.
Altri mondi. Altre culture. Altri traguardi.
Dalle nostre parti invece, proprio in tema ambientale, siamo in continua situazione di pericolo ed emergenza.
L’immenso patrimonio boschivo è costantemente posto sotto attacco.
Recentemente Francesco Bevilacqua, noto ambientalista calabrese, ha lanciato l’allarme relativo alla faggeta di Condrò situata nel Gruppo del Reventino-Mancuso (Calabria, provincia di Catanzaro).
Sembra infatti che il  Comune di Feroleto Antico, proprietario di una consistente parte dell’ area boschiva, sulla base di un  “Piano pluriennale di tagli”, si prepari ad abbattere molti di quegli antichi e maestosi alberi innalzantisi peraltro in un’area SIC (Sito di Interesse Comunitario) che, già di per sè, dovrebbe costituire un intoccabile vincolo.
Ma nella nostra Regione non c’è  vincolo che tenga!  Nessun tipo di obbligo è  ritenuto assolutamente inderogabile.
C’è sempre qualche superiore ordine di ragioni che consente di svincolarsi dal rispetto per la Natura, per l’ Ambiente, per la Bellezza.faggeta1
Una terra dove tutto può  avere un senso… anche  la recente nomina di un generale dei Carabinieri a capo di Calabria Verde,
l’ente regionale subentrato all’ Afor (Azienda Forestale), che non pare abbia mai brillato in tema di cura e manutenzione di uno dei più  ricchi e preziosi patrimoni verdi d’Europa.
Sembra che l’ ente,  al momento, possa occuparsi e preoccuparsi solo del ‘verde’ delle proprie casse per il cui riordino (laddove possibile) è necessario un certo rigore militare considerato che Nello Gallo, l’ex commissario, ha invece gettato la spugna definendolo  un problema ‘ingestibile’.faggeta2
L’ altro Verde, quello naturale,  continuerà a subire gli attacchi e i soprusi di questo o quell’ente pubblico , di questo o quel privato cittadino senza poter mai divenire  fonte di sviluppo e risorsa.
La Calabria continuerà ad avere un PIL assolutamente inadeguato e una FIL neanche lontanamente equiparabile a quella del Bhutan nonostante i suoi 613 mila ettari di superficie boscata.

Mariateresa Costanzo

[Ph. Alessandro Mantuano]
faggeta3

Pubblicità

Pubblicità