Sport

Vigor Lamezia: solo un pari in casa contro la Luzzese

È finita in parità (1 – 1) la partita che oggi pomeriggio ha visto scendere in campo Vigor Lamezia – Luzzese allo Stadio Guido D’Ippolito.

VIGOR LAMEZIA: 1 Mercuri, 2 Villella, 3 Anile, 4 Guttà (51’ 16 L. Ferraro), 5 Bertini, 6 A. Ferraro, 7 Crucitti, 8 Ottononello (89’ 17 Perri), 9 Russo (65’ 14 Torcasio), 10 Leta, 11 Mosciaro. PANCHINA: 12 Marino, 13 Varricchio, 15 Gigliotti, 18 Commisso. ALLENATORE: Gatto.

LUZZESE: 1 Gardi, 2 Piluso, 3 Montalto, 4 Filidoro (80′ 14 Africano), 5 Stillitano, 6 Scarlato, 7 Morrone, 8 Crescibene, 9 Rotundo (50’ 13 Greco), 10 Monteiro (88’ 18 Gualdi), 11 Mazzei. PANCHINA: 12 Calderaro, 15 Galeano, 16 Filippelli, 17 Iantorno. ALLENATORE: Petrucci.

ARBITRO: Lenti di Paola (assistenti Catona e Zampaglione di Reggio Calabria).

RETI: 76’ Mosciaro, 85′ Greco.

NOTE: circa spettatori 200. Ammoniti Leta (VL), Filidoro (L), Mosciaro (VL). Angoli 5-7. Recupero 2’ pt e 4′ st.

Non una bella gara quella andata in scena al Guido D’Ippolito di Lamezia Terme tra la Vigor e la Luzzese. Una gara nella quale si sono visti diversi errori e poco gioco. Nonostante ciò le occasioni da gol non sono mancate da ambo le parti. Sono state diverse infatti le palle gol sciupate da un lato con Mosciaro e Leta e dall’altro con Monteiro e Mazzei. Il primo tempo termina sullo 0 a 0 tra i fischi dei tifosi lametini presenti. Nella ripresa la Vigor impensierisce un po’ di più il portiere avversario ma è il Lamezia a tremare quando gli ospiti su punizione colpiscono l’incrocio dei pali con Crescibene. Al minuto 76 è Manolo Mosciaro, in gol dopo diverso tempo, a portare in vantaggio i suoi grazie ad una punizione battuta velocemente da Crucitti che libera il numero 11 lametino che a tu per tu col portiere insacca. Da qui la Vigor tiene bene la partita gestendo senza tanti problemi. Ma è quasi allo scadere che su calcio d’angolo il nuovo entrato Greco fa partire una rasoiata che si insacca all’angolino basso siglando la rete del definitivo 1 a 1. Vigor Lamezia che resta in terza posizione a quota 36 (a più tre dall’Acri con 33 punti in quarta posizione). Isola Capo Rizzuto (prima con 54 punti) e Cittanovese (seconda con 53 punti) sono sempre più lontane.

A fine partita Mister Antonio Gatto ha affermato che “siamo stati poco reattivi davanti durante il match e poco lucidi e attenti nel finale. Sono consapevole che non è stata una bella partita ma non è facile giocare contro squadre che giocano con 11 uomini dietro la linea della palla e si chiudono dietro. Nonostante tutto il pallino del gioco lo abbiamo avuto noi e il possesso palla lo dimostra. Siamo consapevoli che ci sono dei problemi, credo che siano sotto il profilo psicologico e non atletico, e dobbiamo vedere tutti insieme come uscirne. In campionato dobbiamo avere le stesse motivazioni e gli stessi stimoli della Coppa Italia”.

Antonio Gatto

Pubblicità

Pubblicità