Politica

Zucco, Polizia Locale: 2016 anno straordinario

L’anno che si è appena chiuso è stato, per la Polizia Locale lametina, per certi versi straordinario. Gli obiettivi conseguiti, rendono plasticamente conto di un impegno costante a volte sconfinante del sacrificio personale.
Polizia Locale 2016 anno straordinarioI risultati registrati, il cui quadro riepilogativo è fornito in uno al presente documento, sanciscono un successo per certi versi insperato.
Della carenza organica non intendo parlare, e rimando a quanto detto in ogni occasione a tal proposito. Mi piace, lasciar parlare i numeri, che nella loro crudezza rendono conto di quanto fatto. I 50 componenti il Corpo hanno raggiunto i seguenti risultati.
Oltre 12.100 le sanzioni al CDS, con un incremento percentuale rispetto al 2015 di circa il 19% per un introito complessivo di 571.000 euro. Da notare come quasi il 10% delle infrazioni sia stato contestato su strada, segno tangibili di una maggiore presenza nonostante tutto.
Imponente anche l’attività in materia di vigilanza commerciale amministrativa e decoro urbano: oltre 65 i verbali in materia di commercio fisso ed itinerante, con 24 sequestri di merce (circa 6000 i pezzi sequestrati e 300 Kg di prodotti agricoli), e la bonifica quasi completata del territorio dalle affissioni abusive (oltre 50  verbali ).
Il tutto unitamente alle attività routinarie, ad indicare un impegno costante e mirato, che sta dando risultati notevolissimi.
Straordinario ed oltre ogni più rosea aspettativa il risultato sul fronte della Polizia Giudiziaria, ambientale ed edilizia.
Per quanto concerne la Polizia Giudiziaria, sono DIECI gli arresti, di cui 8 in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare, oltre  90 le notizie di reato trasmesse, con  113 persone denunciate.
Da ricordare la perla di “On The Road” l’operazione di Polizia Giudiziaria, magistralmente diretta dalla Procura della Repubblica, che dopo mesi di indagini, è culminata, il 15 luglio,  con l’arresto  di 8 persone, in tutta la Calabria, per gravi reati contro la persona ( favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione,  maltrattamenti in famiglia), operazione per la quale la Polizia Locale è stata premiata sia in occasione del Convegno Nazionale di Cosenza, sia, ed è notizia di pochi giorni or sono, al Convegno nazionale del S.U.L.P.M. a Riccione.
Numerosi accertamenti e verbali in materia di tutela dell’ambiente con 53 ordinanze controllate numerosi interventi in materia ambientale che hanno prtato ad oltre 70 verbali e 12 denunce penali).
Si registra, purtroppo, sul fronte della Polizia Giudiziaria, ancora una sparuta frangia di persone intolleranti alle regole del vivere civile, che cercano, in ogni modo e con ogni mezzo, di ostacolare, la necessaria azione a tutela della legalità portata avanti da chi ha istituzionalmente il dovere di farlo.
Per quanto riguarda gli incidenti, circa 185  sono quelli rilevati, di cui tre con esito letale, segno tangibile che in materia di sicurezza stradale non bisogna mai abbassare la guardia.
Non trascurabile è la sinergia attuata con la locale A.G., che ha dimostrato fiducia nelle donne e negli uomini della municipale, tanto da affidare attività di indagine delicate relativi a reati anche di non di specifica competenza della Polizia Locale.

Fondamentale il contributo del Corpo nell’attività del controllo veicolare, che, unitamente all’impegno delle altre forze di Polizia, ha quasi azzerato una cattiva quanto pericolosissima violazione diffusa tra i motociliclsti e ciclomotoristi. E’ raro in città scorgere un centauro senza il casco. Solo 8 le infrazioni in materia.
Stategico ed irrinunciabile anche l’impegno degli uffici interni, che oltre a sobbarcarsi il carico ulteriore di lavoro derivante dall’incremento dell’attività esterna, contribuiscono giornalmente in maniera determinante, con grande spirito di sacrificio, ai servizi operativi su strada. Quasi 5000 protocolli gestiti, 194 permessi disabili rilasciati, eseguiti 87 Trattamenti sanitari obbligatori. Ed ancora 81 ordinanze in materia di modifica della viabilità.
In questo contesto l’ auspicio di tutti è che,  il Corpo, possa a breve giovarsi di ulteriori innesti, nelle forme e nei termini attualmente consentiti dalle disposizioni di legge vigenti, di tal che si possa fornire alla città, un servizio sempre più all’avanguardia, come Lamezia Terme merita.

 Il Dirigente Comandante la P.M.

Col. Dott. Salvatore Zucco

Pubblicità

Pubblicità