2 Novembre, la visita ai cimiteri è un atto di pietà umana e cristiana

In Attualità, Ultime notizie On

2 Novembre, Commemorazione di tutti i fedeli defunti. La liturgia odierna celebra il mistero della morte con tutta la sua portata di sofferenza e di dolore. Essa è la naturale conclusione della vita terrena.

La fede garantisce la risurrezione finale; la sofferenza prepara alla gloria senza fine. Il giudizio finale stimola ad operare il bene secondo il Vangelo, vedendo Gesù in ciascuno, soprattutto svantaggiato. Le anime dei defunti sono nelle mani di Dio: Egli asciuga ogni lagrima dagli occhi e promette la beatitudine eterna a chi pratica i suoi precetti. La visita al cimitero è un atto religioso di grande portata evocativa e di somma pietà umana e cristiana. Una foto, un nome, una lapide evocano chi non è più compagno di vita: madre, padre, fratello, sorella, figlio, figlia, nonno, nonna, amico, amica, confratello, consorella. Al dolore si annoda la speranza: se rattrista la certezza della morte, consola la promessa dell’immortalità futura. P. Angelo Sardone, rcj

Articoli Correlati

polopoli-LameziaTermeit

La Casa del Libro Antico: a Nicastro i libri che consultò Tommaso Campanella

Un paese senza memoria risulta spaesato, ragion per cui va sempre più incoraggiato sulla sua identità storica per averne

Read More...
lametino maurizio costanzo show

Un lametino tra il pubblico del Maurizio Costanzo Show

Angelo Greco, coordinatore provinciale di Lega giovani Calabria, sarà ospite questa sera tra il pubblico del Maurizio Costanzo Show

Read More...

Costa calabra sud occidentale: registrate due scosse di terremoto

Scosse di terremoto al largo di Palmi (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu