LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Abel Ferrara e le cinque giornate del Lamezia Film Fest

3 min read
Si annuncia come la più grande kermesse di cinema di Lamezia, è una delle più importanti in Calabria, la nuova edizione del Lamezia Film Fest, diretta dal suo ideatore storico, il critico cinematografico Gianlorenzo Franzì, che si terrà dal 14 al 18 novembre presso il cinema teatro Grandinetti.
A moderare la conferenza Giovanna Villella, che apre confermando che il LFF è oggi Sempre più grande rispetto all’anno precedente, con uno staff sempre piu allargato (quest’anno grande importanza ha avuto Il responsabile marketing, Emilio Nicolazzo; e poi ancora la traduttrice Patrizia Michienzi, il regista Mauro Nigro per il making of, Alessandra Caruso come responsabile accoglienza, Francesco De Fazio -anche lui regista- alla logistica), e come faccia parte della rassegna Vacantiandu e in quanto tale ammesso ai finanziamenti europei e regionali per i Grandi Eventi 2017-2019; presente quindi in conferenza Nico Morelli, presidente dei Vacantusi, che sottolinea come la sinergia con l’associazione Strade Perdute di Franzì abbia dato nuovi impulsi alla rassegna Vacantiandu, all’interno della quale appunto sarà incluso il LFF4.
Era invece in collegamento telefonico, perché occupata su un set a Matera, la madrina ufficiale del LFF4, Enrica Guidi, la bella e brava attrice toscana protagonista su SKY de I DELITTI DEL BARLUME. Alle tre sezioni storiche di aggiunge quest’anno Monoscopio, monografia dedicata a Valentina Lodovini, la bellissima protagonista di BENVENUTI AL SUD e tanti altri film d’autore, che sarà a Lamezia il mercoledì 15 novembre insieme a Mauro Uzzeo, sceneggiatore del piccolo cult MONOLITH e autore di DYLAN DOG. La manifestazione si aprirà comunque il martedì 14 novembre con la proiezione per le scuole di GATTA CENERENTOLA, direttamente dalla Mostra di Venezia.
Ospite il regista Alessandro Rak (già pluripremiato per la sua opera prima L’Arte Della Felicità). Giovedì 16 proseguirà poi con Enrica Guidi, madrina, e con il bell’Andrea Carpenzano protragonista di TUTTO QUELLO CHE VUOI di Francesco Bruni.
Venerdì 17 un altro film da Venezia, ovvero IL CONTAGIO, presenti i due registi Matteo Botrugno e Daniele Coluccini; sabato poi si chiudera alla grandissima. Prima di tutto Donatella Finocchiaro, tra le interpreti più raffinate e intense del cinema italiano che ha legato il suo nome ad autori di culto come Marco BELLOCCHIO e Roberta Torre.
E poi, sempre sabato, uno dei più grandi registi viventi, tra i più grandi autori di sempre della settima arte; regista newyorkese attualmente negli Stati Uniti per girare il suo prossimo film, arriverà direttamente a Lamezia Abel Ferrara, genio vivente, regista di capolavori assoluti come THE ADDICTION, FRATELLI, IL CATTIVO TENENTE, MARY.
È la prima volta che a Lamezia (e probabilmente in Calabria) arriva un regista di tale spessore e fama internazionale, e questo non fa che conferire alla quarta edizione del Lamezia Film Fest ancora più rilievo nazionale.
Viene sottolineata anche l’importanza della sezione Colpo D’occhio curata dal regista Mario Vitale che quest’anno è ancora più ricca grazie all’apertura di un concorso che vede iscritti oltre 170 cortometraggi da tutto il mondo. In chiusura, il direttore Franzì ha parlato di tutti gli eventi speciali che si succederanno nelle varie giornate tra cui il live del siculo/britannico Sergio Beercock e l’incontro con il produttore Rean Mazzone ma, per il programma completo si può consultare il sito lameziafilmfest.wordpress.com e la pagina facebook lameziafilmfest.
Tra i numerosi partner: movieplayer.i, il portale di cinema più cliccato d’Italia, che sarà presente alla rassegna veicolando il nome di Lamezia e del LFF nel circuito festivaliero nazionale; ovviamente i Vacantusi di Nico Morelli; il Pentadattilo Film Festival, che accoglierà gratuitamente nella sua selezione il vincitore della categoria Colpo D’Occhio; la Calabria Film Commission; il The Space Cinema; e l’Associazione UNA, che come già l’anno scorso premierà uno dei corti in concorso proprio con il Premio UNA.
Hanno quindi chiuso la conferenza l’Assessore alla cultura Simone Cicco e il sindaco Paolo Mascaro: che hanno ribadito come Lamezia abbia avuto ben 7 progetti ammessi ai finanziamenti, oltretutto tra le primissime posizioni- e che questo non fa che confermare come proprio Lamezia sia il centro culturale della Calabria con un’offerta artistica che non ha assolutamente rivali fra le città nella regione, anche se più grandi e anche se con dotazioni economiche maggiori rispetto a noi. Mascaro, infine, si è complimentato con tutto lo staff del Lamezia Film Fest per aver saputo mettere in piedi, pur tra innegabili difficoltà, una rassegna di tali dimensioni, che non potrà che mettere radici importanti per crescere sempre di più.
V.A.