Adiconsum: al via l’iniziativa #socialvirus “io conosco”

In Calabria On

Prenderà il via il 23 gennaio 2017, alle ore 09:30 con la prima tappa prevista nell’Istituto Galileo Ferraris, sito in Santa Maria di Catanzaro il progetto #socialvirus “io conosco, promosso da: Adiconsum Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, FNS CISL Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, CISL Scuola Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, SIULP provinciale di Catanzaro e patrocinato dalla UST CISL di Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia.
#socialvirusIl progetto, che mira a sensibilizzare i giovani dai rischi connessi all’uso improprio di internet e dalla odiosa pratica del bullismo, coinvolgerà anche uomini e donne del mondo delle istituzioni, attraverso la partecipazione di funzionari e dirigenti della Polizia di Stato, in questa prima occasione nella persona del Funzionario della Polizia Postale, Saverio Salerno, e della scuola, attraverso il contributo che daranno i dirigenti scolastici, che in questa prima giornata di avvio delle attività è rappresentata dalla Dirigente Scolastica Dottoressa Maria Murrone, i quali rappresentano il vero avamposto dal quale ogni giorno occorre contrastare le pratiche della violenza nei confronti dei più deboli e tutelare dagli inganni della rete giovani e minori che troppo spesso divengono vittime di un mondo perverso e troppo più grande di loro.
Ai lavori di avvio del percorso, parteciperà il Segretario Generale della UST Cisl di Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, Pino De Tursi, secondo il quale “occorre sempre parlare delle problematiche che investono il mondo dei giovani.
Specie quando queste possono trasformarsi in veri e propri pericoli che, sebbene provenienti da un modo irreale e lontano, possono concretamente trasformarsi in incubi reali e quotidiani”.
“Conoscere per difendersi – dichiarano all’unisono i responsabili di Adiconsum Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, Silvia De Gori, FNS CISL Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia (Federazione Nazionale della Sicurezza), Roberto Magro, CISL Scuola Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia per il tramite del responsabile della Provincia di Catanzaro Alfredo Silipo e del SIULP (sindacato unitario dei lavoratori di Polizia provinciale di Catanzaro) Carmelo Lufrano – è il migliore strumento possibile specie per i giovani di oggi che, presi dalla velocità con la quale viaggiano nel mondo virtuale le informazioni, ed alle prese con infinite “occasioni” e proposte dietro le quali in realtà si nascondono tentativi di truffe o peggio di adescamento, qualche volte confondono il mondo reale con quello artificiale della rete e che mitizzano comportamenti non proprio ortodossi diffusi da TV e social network”.
Prossimo appuntamento, il 30 gennaio p.v. sempre a Catanzaro con i giovani dell’Istituto Maresca sito nel quartiere di Catanzaro Sala.
Il progetto coinvolgerà inoltre anche gli istituti superiori delle province di Crotone e Vibo Valentia con appositi incontri di prossima calendarizzazione.

Articoli Correlati

Pasqualino Giangrossi

Volley. Ferraro Lamezia torna con un punto da Modica

La prima trasferta stagionale ha portato in dote un solo punticino per la formazione della Ferraro Lamezia che ha

Read More...
Catanzaro. Polizia arresta pluripregiudicato in flagranza di reato

Vibo Valentia maglia nera per reati e omicidi

Indice del "Sole 24 Ore", Cosenza la provincia con meno denunce (altro…)

Read More...
Allerta meteo, 10 marzo 2017

Lamezia. Allerta meteo arancione, domani chiuse tutte le scuole

Per la giornata di domani sulla città di Lamezia Terme è prevista un'allerta meteo di colore arancione. (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu