Aggressione razzista, continuano le reazioni del mondo politico

In Politica On
- Updated
Aggressione razzista, continuano le reazioni del mondo politico

L’aggressione razzista subita a Falerna da tre malcapitati sta suscitando sconcerto e indignazione da parte di numerosi esponenti di tutte le fazioni politiche.

Pino d’Ippolito, deputato lametino del Movimento 5 Stelle ribadisce di condannare la violenza in tutte le forme e si impegna “perché sia sostituita dal dialogo politico, dalla solidarietà e dall’emancipazione economica, culturale e sociale”.

Pino D'Ippolito
Pino D’Ippolito

“Si è trattato – aggiunge il parlamentare – di una brutta pagina per la Calabria, terra in cui da sempre convivono pacificamente più culture e tradizioni in ogni angolo, come peraltro dimostra l’esistenza di diverse minoranze linguistiche e religiose e la perfetta integrazione, spontanea e datata, di persone provenienti dall’Africa, dall’Europa dell’est e dall’Asia”. “Alla Calabria e al resto dell’Italia non servono – rimarca il deputato – le accuse strumentali, per fortuna circoscritte, di esponenti politici contro l’attuale governo, tese a creare il nemico, il mostro da combattere e la causa di simili episodi, inaccettabili e riconducibili alla follia di singoli. Si sta superando la misura con una grande e palese menzogna, quella di addossare le responsabilità di fatti del genere a chi ha il mandato e il dovere di governare per il bene comune, in un contesto mutato dal capitalismo globale, vero male dell’umanità”. Per d’Ippolito “la lotta deve essere contro la povertà e le diseguaglianze, prodotte da modelli di crescita sbagliati e dalla persuasione più o meno occulta dei vari apparati che, per proprio utile, avversano le regole e i princìpi della democrazia”.

Francesco De Sarro
Francesco De Sarro

Per Francesco De Sarro, vicecoordinatore provinciale di Forza Italia, “quanto accaduto nelle sera di Ferragosto a Falerna risulta essere un vile gesto di un singolo, non riconducibile ad un popolo, quello calabrese e falernese da sempre in prima linea nell’accoglienza e nella solidarietà”.

De Sarro auspica che polizia e magistratura possano fare luce rapidamente sull’accaduto punendo i responsabili della brutale aggressione.

Massimo Cristiano, presidente del Movimento Territorio e Lavoro, esprime preoccupazione per la gogna mediatica che stanno subendo i cittadini falernesi. “Falerna – afferma Cristiano – è da sempre una città

Massimo Cristiano
Massimo Cristiano

tranquilla, accogliente, ospitale e mai si sono verificati gesti riconducibili a qualche forma di razzismo o altro. Nella località balneare che costeggia il Tirreno risiedeno moltissimi cittadini extracomunitari ben integrati”.

Cristiano sottolinea: “Leggendo le cronache locali e nazionali, il tutto si basa sul racconto di una sola parte in causa, per questo motivo ancor prima di emettere sentenze di vario genere bisognerebbe attendere il lavoro delle forze dell’ordine e dellamagistratura gli unici organi deputati a svolgere indagini ed a emettere sentenze, prima di addentrarsi nel solito festival dell’ ipocrisia, prima che ogni parola possa colpire come un macigno l’onorabilità e l’economicità di una cittadina tranquilla come Falerna, che non merita in nessun modo l’appellativo di città razzista”.

Redazione

Articoli Correlati

Emergenza Lamezia. Precisazioni del comitato sul documento ufficiale

Su alcuni organi di stampa e social network, è stata riportata la notizia della consegna di un documento da

Read More...

Meteo. Ecco il primo freddo, in arrivo il Ciclone di Neve

Si preannuncia un week end di maltempo per la nostra regione (altro…)

Read More...
Stella Algieri di Cosenza, progetto sui progetto sui micro ortaggi

Una giovane calabrese presenta il suo progetto sui micro ortaggi

Tra i partecipanti anche Stella Algieri di Cosenza con Healthy Smiling, il progetto nutraceutico fast, a base di micro ortaggi 

Read More...

Mobile Sliding Menu