LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Ambiente. L’inciviltà ai tempi del Coronavirus

1 min read
Ambiente. L’inciviltà ai tempi del Coronavirus

Numerose le segnalazioni dei cittadini sui propri profili social a denuncia di come, nonostante l’emergenza sanitaria, si continui a non rispettare l’ambiente, soprattutto nello smaltimento dei dispositivi di sicurezza dopo il loro utilizzo

Sono state chiare le direttive ministeriali sullo smaltimento dei dispositivi di sicurezza usati nel corso dell’emergenza sanitaria, bisogna raccogliere mascherine e guanti in uno o più sacchetti e riporli nei mastelli destinati alla raccolta dell’indifferenziato, anche secondo un’ottica di prevenzione dei contagi e di contenimento dell’epidemia, ma l’ovvio sfugge ai più.

È sufficiente recarsi nei supermercati per osservare come i parcheggi annessi siano invasi da guanti monouso, mascherine, salviette e flaconi vuoti di gel igienizzanti; sono i nuovi rifiuti che hanno invaso quasi ogni angolo della nostra città, ma non solo.

Si tratta di materiale che impiegherà decenni prima di degradarsi completamente, proprio come accade per la plastica, causando un notevole impatto ambientale oltre che ad una maggiore facilità di propagazione del virus; basta fare riferimento ai numerosi studi scientifici che affermano come il Covid-19 possa resistere su diverse superfici per più giorni.

Ci si appella, dunque, al buon senso dei cittadini, sicuri che con un piccolo sforzo grazie ad una corretta informazione e al rispetto delle regole si possa salvaguardare la salute pubblica.

Felicia Villella