LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Ammendola (M5S): Pannelli turistici su A2 escludono le bellezze di Lamezia

2 min read
Marco Ammendola

Marco Ammendola

Marco Ammendola, attivista Cinque Stelle, esprime il proprio rammarico

Marco Ammendola
Marco Ammendola

Attraverso una nota il giovane lametino ed attivista Cinque Stelle Marco Ammendola esprime il proprio stupore e rammarico per i nuovi cartelli turistici apparsi all’altezza dello svincolo di Falerna.

I pannelli turistici installati sull’A2 Autostrada del Mediterraneo, ridenominazione della vecchia A3 “Salerno-Reggio Calabria”, servono a tracciare un percorso ben definito che vuole portare alla valorizzazione ed alla scoperta delle bellezze e dei sapori di una terra come la Calabria.

Questi percorsi sono suddivisi in varie “vie” ognuna denominata con uno dei punti forti del nostro territorio e del Sud in generale. Tra le vie infatti non poteva mancare la via dello Sport, con un richiamo al kitesurf e al windsurf praticato a Gizzeria, località ormai nota a livello nazionale e che da poco ha visto la chiusura di un’altra edizione del campionato europeo.

Come fa notare Marco Ammendola, nessun cartello però è stato affisso allo svincolo di Lamezia Terme, che quindi si ritrova ad essere praticamente esclusa da quella che è a tutti gli effetti una promozione turistica delle ricchezze che il Sud può offrire. Una possibilità che alla terza città della Calabria sembra essere stata negata.

Il giovane attivista si esprime così a riguardo:

Provo una forte ammirazione mista a stupore per i nuovi pannelli turistici inseriti lungo l’Autostrada A2 del Mediterraneo. Mi chiedo però come mai i suddetti pannelli non siano stati inseriti anche nei pressi dello svincolo di Lamezia, la nostra città infatti ha tutte le peculiarità turistiche che una città turistica a 360 gradi può offrire. Mi chiedo come attivista politico e laureando in scienze turistiche come si possa escludere la terza città della Calabria, chiedo infine una pronta risposta da parte della politica locale e regionale. Perché le Terme, le bellezze artistiche, storico-culturali e paesaggistiche sono uniche nel loro genere“.

Valentina Dattilo