Amori regalati. Presentato il libro dello scrittore calabrese Olimpio Talarico

In Eventi&Cultura On
- Updated
La presentazione del libro Amori regalati

Alla presenza dell’assessore regionale all’Istruzione ed alla cultura, Maria Francesca Corigliano, è stato presentato a Lamezia Terme il romanzo Amori regalati dell’autore calabrese Olimpio Talarico.

L’evento, organizzato dalla blogger lametina Ippolita Luzzo e dal prof. Felice Iannazzo in collaborazione con la Grafichè Editore, ha visto una numerosa e qualificata partecipazione di pubblico, composta da molti appassionati di letteratura, oltre che da giornalisti specializzati, docenti e critici letterari.

Olimpio Talarico con Maria Francesca Corigliano e Ippolita Luzzo
Olimpio Talarico con Maria Francesca Corigliano e Ippolita Luzzo

Il racconto prende le mosse da Caccuri, il paese natio – raccontato e considerato dall’autore alla stregua di un personaggio in sé, come un amico dei protagonisti – e verte sul tema di una lunga amicizia nata fra i banchi di scuola, negli anni venti del secolo scorso, di una Calabria povera ma forte e genuina; un’amicizia in seguito vissuta fra sparizioni e riapparizioni, in un arco temporale di quasi settant’anni, tra l’Italia, la Germania ed il Sud America.

La storia si dipana in un complesso intreccio narrativo, che attraversa un secolo di dittature e guerre a livello generale, di crimini e cose taciute con riferimento ai personaggi tratteggiati con finezza da psicologo, per mezzo di un’inquadratura romanzesca che si allarga sulle vicende man mano raccontate.

Uno stile narrativo limpido e seducente – quello di Talarico – ancorato a fatti storici realmente accaduti e che contestualizzano la trama, fa vivere i personaggi nella loro verità e ce li regala come veri e genuini nei loro incontri per la vita.

L’assessore Corigliano, dopo aver portato i saluti del presidente della giunta regionale, si è soffermata sul progetto di Mario Oliverio, inaugurata di recente con una serie di eventi itineranti partiti dai paesini dell’Aspromonte, mirata a definire una narrazione della Calabria che si discosti da quella menzognera che troppo spesso caratterizza la stampa ed i mezzi di comunicazione nazionali, e ciò per il tramite della promozione della letteratura prodotta in loco e fruita a pieno dai Calabresi proprio perché prodotta da chi vive e opera nella stessa terra.

A trarre le conclusioni dell’incontro è stato Andrea Parisi, studioso di comunicazione e social media, il quale ha rimarcato l’importanza dei nuovi mezzi di diffusione telematica delle informazioni, evidenziando come un uso proficuo degli stessi abbia portato a Lamezia Terme la presentazione di un’opera che, non inserita nei più importanti canali distributivi dell’editoria nazionale, sarebbe rimasta sconosciuta al pubblico locale.

 

Articoli Correlati

commissariato polizia lamezia terme

Arrestato dalla Squadra Mobile 44enne latitante lametino

Alle prime ore del venerdì 16 novembre scorso, personale della Squadra Mobile di Catanzaro e del Commissariato di P.S.

Read More...
Arvalia Lamezia al Mini Trofeo Regionale Esordienti

Arvalia Lamezia dedica il primo posto di domenica ad Alessia Muraca

Domenica di grande soddisfazione per la Acli Arvalia Nuoto Lamezia! (altro…)

Read More...

Italia Nostra: parco Impastato specchio del degrado lametino

Le immagini prodotte stamattina al parco Peppino Impastato di Lamezia Terme suonano come una vergogna per un'amministrazione commissariale che

Read More...

Mobile Sliding Menu