Amori regalati. Presentato il libro dello scrittore calabrese Olimpio Talarico

In Eventi&Cultura On
- Updated
La presentazione del libro Amori regalati

Alla presenza dell’assessore regionale all’Istruzione ed alla cultura, Maria Francesca Corigliano, è stato presentato a Lamezia Terme il romanzo Amori regalati dell’autore calabrese Olimpio Talarico.

L’evento, organizzato dalla blogger lametina Ippolita Luzzo e dal prof. Felice Iannazzo in collaborazione con la Grafichè Editore, ha visto una numerosa e qualificata partecipazione di pubblico, composta da molti appassionati di letteratura, oltre che da giornalisti specializzati, docenti e critici letterari.

Olimpio Talarico con Maria Francesca Corigliano e Ippolita Luzzo
Olimpio Talarico con Maria Francesca Corigliano e Ippolita Luzzo

Il racconto prende le mosse da Caccuri, il paese natio – raccontato e considerato dall’autore alla stregua di un personaggio in sé, come un amico dei protagonisti – e verte sul tema di una lunga amicizia nata fra i banchi di scuola, negli anni venti del secolo scorso, di una Calabria povera ma forte e genuina; un’amicizia in seguito vissuta fra sparizioni e riapparizioni, in un arco temporale di quasi settant’anni, tra l’Italia, la Germania ed il Sud America.

La storia si dipana in un complesso intreccio narrativo, che attraversa un secolo di dittature e guerre a livello generale, di crimini e cose taciute con riferimento ai personaggi tratteggiati con finezza da psicologo, per mezzo di un’inquadratura romanzesca che si allarga sulle vicende man mano raccontate.

Uno stile narrativo limpido e seducente – quello di Talarico – ancorato a fatti storici realmente accaduti e che contestualizzano la trama, fa vivere i personaggi nella loro verità e ce li regala come veri e genuini nei loro incontri per la vita.

L’assessore Corigliano, dopo aver portato i saluti del presidente della giunta regionale, si è soffermata sul progetto di Mario Oliverio, inaugurata di recente con una serie di eventi itineranti partiti dai paesini dell’Aspromonte, mirata a definire una narrazione della Calabria che si discosti da quella menzognera che troppo spesso caratterizza la stampa ed i mezzi di comunicazione nazionali, e ciò per il tramite della promozione della letteratura prodotta in loco e fruita a pieno dai Calabresi proprio perché prodotta da chi vive e opera nella stessa terra.

A trarre le conclusioni dell’incontro è stato Andrea Parisi, studioso di comunicazione e social media, il quale ha rimarcato l’importanza dei nuovi mezzi di diffusione telematica delle informazioni, evidenziando come un uso proficuo degli stessi abbia portato a Lamezia Terme la presentazione di un’opera che, non inserita nei più importanti canali distributivi dell’editoria nazionale, sarebbe rimasta sconosciuta al pubblico locale.

 

Articoli Correlati

Gli albergatori e il riordino dell’organizzazione turistica regionale

Riceviamo e pubblichiamo nota stampa dell'associazione albergatori di Vibo Valentia: “Abbiamo letto con grande interesse la proposta di legge

Read More...
tartaruga caretta caretta

Pizzo (VV). Rinvenuta carcassa di tartaruga marina

Ritrovata da alcuni passanti sulle spiagge di Colamaio a Pizzo un esemplare di tartaruga marina (altro…)

Read More...

Lamezia. Lega plaude a partnership con COMIECO

Bene quanto apprendiamo il merito alla partnership con COMIECO per una raccolta differenziata di qualità (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu