Anas, #salvamotociclisti: installate nuove barriere sulla ss682 Jonio Tirreno

In Attualità On
- Updated

Interessati alcuni tratti della strada statale 682 “Jonio Tirreno” nel territorio comunale di Cinquefrondi in provincia di Reggio Calabria.

Proseguono le installazioni delle barriere #salvamotociclisti nel reggino e, in particolare, sulla strada statale 682 “Jonio Tirreno” nel territorio comunale di Cinquefrondi in provincia di Reggio Calabria.

L’intervento rientra nel processo di miglioramento della sicurezza e delle protezioni lungo le strade gestite da Anas. Queste innovative barriere, realizzate in acciaio, sono tra le prime in Italia a essere continue – ovvero con un profilo senza interruzioni che offre maggiore protezione per tutti i tipi di veicoli al momento di un eventuale impatto – e denominate anche “salvamotocilcisti” perché garantiscono più sicurezza per gli utenti dei mezzi a due ruote che sono quelli a maggior rischio in caso di incidenti.

Nel dettaglio, l’intervento di posa in opera delle nuove barriere di sicurezza sulla statale 682 interesserà da domani e fino al 7 luglio 2017, nella fascia oraria compresa tra le ore 07:00 e le ore 18: 00 – ad esclusione dei prefestivi e festivi – il tratto compreso tra il km 15 ,000 e il km 18,000.
Nei tratti interessati dai lavori vigerà il limite di velocità di 30 km/h ed il divieto di sorpasso.

Nelle foto, gli interventi già realizzati sulla SS 682 “Jonio Tirreno” nel tratto compreso tra il km 17+000 e il km 17+700.

Articoli Correlati

Ritratto Elvidio Borelli

Elvidio Borelli, una giovane vita caduta per l’Italia

Si immolò in guerra per la patria morendo a soli 24 anni. A Elvidio Borelli è dedicata una stele

Read More...
Segnale stradale Lamezia

Lamezia, dove un segnale stradale è per sempre

Quella che descriviamo è una storia particolare. Da tre settimane oramai, su via G. Marconi, una delle arterie principali

Read More...
Truffe online: sequestrati siti web ed annunci su Facebook, Amazon e Alibaba

Truffe online: sequestrati siti web ed annunci su Facebook, Amazon e Alibaba (Video)

Tramite i social sono stati pubblicizzati i prodotti contraffatti e gli accordi per l’acquisto avvenivano mediante contatti privati (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu