Animali protetti, sgominata banda dedita al traffico illegale

In Cronaca On
- Updated

7 arresti e un obbligo di dimora in provincia di Reggio Calabria, l’accusa è traffico illegale di animali protetti.

REGGIO CALABRIA. Il traffico di animali protetti è un nuovo settore produttivo dei gruppi delinquenziali, tant’è che in provincia di Reggio Calabria è in corso, dalle prime ore di oggi, un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di sette persone accusate di appartenere ad un’organizzazione dedita alla cattura ed al commercio, sul territorio nazionale e all’estero, di avifauna selvatica protetta dalla Convenzione di Berna.

L’operazione è condotta dai carabinieri forestali del raggruppamento Cites.

A carico di un’ottava persona, inoltre, è stato eseguito un obbligo di dimora.

Dalle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, è emerso che i destinatari del provvedimento, bracconieri dediti alla cattura indiscriminata di migliaia di volatili in aree boschive della Calabria, avevano organizzato una filiera illegale per il libero commercio degli esemplari vivi, venduti in Italia e all’estero, sviluppando anche autonomi canali di distribuzione di uccellagione morta destinata ai ristoranti del nord Italia.

Redazione

Articoli Correlati

Lamezia, Bassetti ( Cei): urge un nuovo impegno sociale dei cattolici

LAMEZIA. “Oggi come ieri, l’amministratore è chiamato ad essere vicino al popolo senza vendere sogni, miraggi o nemici su

Read More...

Inaugurata la scuola di formazione per imprese

Lamezia Terme - è stata inaugurata la scuola di formazione per imprese presso la storica struttura della diocesi lametina,

Read More...
aggredito il candidato a sindaco-LameziaTermeit

Tropea: aggredito candidato a sindaco di Forza Italia

Insulti e minacce dall'avversario di partito: "Tu la lista non la presenti" (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu