Animali protetti, sgominata banda dedita al traffico illegale

In Cronaca On
- Updated

7 arresti e un obbligo di dimora in provincia di Reggio Calabria, l’accusa è traffico illegale di animali protetti.

REGGIO CALABRIA. Il traffico di animali protetti è un nuovo settore produttivo dei gruppi delinquenziali, tant’è che in provincia di Reggio Calabria è in corso, dalle prime ore di oggi, un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di sette persone accusate di appartenere ad un’organizzazione dedita alla cattura ed al commercio, sul territorio nazionale e all’estero, di avifauna selvatica protetta dalla Convenzione di Berna.

L’operazione è condotta dai carabinieri forestali del raggruppamento Cites.

A carico di un’ottava persona, inoltre, è stato eseguito un obbligo di dimora.

Dalle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, è emerso che i destinatari del provvedimento, bracconieri dediti alla cattura indiscriminata di migliaia di volatili in aree boschive della Calabria, avevano organizzato una filiera illegale per il libero commercio degli esemplari vivi, venduti in Italia e all’estero, sviluppando anche autonomi canali di distribuzione di uccellagione morta destinata ai ristoranti del nord Italia.

Redazione

Articoli Correlati

Conad Lamezia, Nacci: convinto che avremmo portato a casa il risultato

Top Volley Lamezia: arrivano le dimissioni di Vincenzo Nacci

La Conad Lamezia comunica di aver raggiunto un accordo per la rescissione consensuale del contratto che legava la società

Read More...
Nuove tratte di Flixbus in Calabria

Flixbus: dal 3 dicembre corse anche da Lamezia Terme

Corse per oltre venti 20 destinazioni (altro…)

Read More...

D’Ippolito ( M5S): “Inagibilità del teatro Grandinetti, esposto in procura”

LAMEZIA. Il deputato lametino Pino D’Ippolito (Movimento 5 Stelle) ha presentato questa mattina un esposto in procura per verificare

Read More...

Mobile Sliding Menu