LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Nuovo atto intimidatorio contro la Cooperativa Valle del Marro

1 min read
Cooperativa Valle del Marro

Cooperativa Valle del Marro

La Cooperativa Valle del Marro Libera Terra è finita ancora una volta nel mirino della criminalità mafiosa.

Cooperativa Valle del Marro
Cooperativa Valle del Marro

Comunicato Stampa

In un terreno di contrada Sovereto di Gioia Tauro, affidato alla cooperativa, sono state estirpate e tagliate oltre 200 piante di kiwi.
Si tratta dell’ennesimo atto intimidatorio rivolto alla “Valle del Marro” che da oltre 15 anni, in un territorio ad alta presenza criminale, assieme a tanti giovani che rifiutano la mentalità mafiosa, costruisce percorsi lavorativi, unendo passione e competenza.

“Sono anni che la Cooperativa Valle del Marro testimonia con il lavoro dei suoi soci il riscatto dei giovani calabresi perbene sui terreni confiscati alla ‘ndrangheta – ha dichiarato la Vicepresidente e Coordinatrice regionale di Avviso Pubblico, Maria Antonietta Sacco -.

A loro e a don Pino Demasi, che li accompagna in questo “progetto di vita”, manifestiamo la nostra solidarietà e la nostra vicinanza, con l’augurio che, all’arrivo della Santa Pasqua, il male subito possa trasformarsi in impegno sempre più condiviso e in rinnovata speranza”.

Avviso Pubblico auspica infine che queste reiterate intimidazioni non riusciranno a piegare il desiderio di riscatto e ad ostacolare il cammino di legalità intrapreso dalla “Valle del Marro”, che rappresenta un esempio concreto e tangibile della Calabria che rifiuta l’oppressione ‘ndranghetista.