LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Bando borghi e centri storici, i chiarimenti di Mascaro

2 min read

In ordine ad articolo di stampa contenente grossolano errore inerente asserita esclusione del Comune di Lamezia dal Bando Borghi e Centri Storici, appare doveroso rappresentare quanto segue

Comunicato Stampa

Il Comune di Lamezia mai avrebbe potuto partecipare al detto Bando in quanto lo stesso era destinato unicamente, come a tutti notorio, ai Comuni fino a 5.000 abitanti o a 10.000 abitanti qualora avessero individuato il Centro Storico quale ZTO.

Costituisce, quindi, grave inesattezza il riportare l’esclusione del Comune da un bando, ove erano concedibili contributi sino ad un milione di euro, al quale non poteva e non ha partecipato.

Probabilmente, il giornalista si riferiva invece all’avviso pubblico “Iniziative trasversali” promosso dalla Regione Calabria nell’ambito del FUC 2020 ove erano concedibili contributi sino a soli euro 20.000, con obbligatorio cofinanziamento comunale di euro 5.000.

A tale avviso, sollecitato anche dal positivo operato della quarta Commissione Consiliare, il Comune di Lamezia ha prontamente aderito con delibera di Giunta Comunale del 20/10/20 che ha approvato il bellissimo progetto “I vagli a San Biagio – il borgo antico di Sambiase in festa”.

Con decreto dirigenziale n. 14240 del 22/12/20, la Regione Calabria, in ordine ai 259 progetti presentati, ne ha poi finanziati, con euro 20.000 cadauno, solo 14; ne ha giudicati ammissibili e non finanziabili 57; ne ha dichiarati non ammissibili 188.

Nessun progetto presentato a Lamezia da enti ed associazioni è risultato, purtroppo, tra i pochissimi ammessi a finanziamento.

Tra i progetti dichiarati non ammissibili, vi è il pregevole progetto redatto dal Comune di Lamezia e ciò per dedotta mancata allegazione del documento di identità del legale rappresentante dell’ente.

Avendo l’amministrazione approvato in Giunta pregevole progetto che poteva ambire alla concessione del contributo, pur difficile da ottenere essendo finanziabili solo 14 progetti in tutta la Regione, è oggi doveroso accertare se e perché si è omesso invio della carta di identità e se al riguardo è ipotizzabile o meno intervenire con soccorso istruttorio.

Di certo, è importante che il pregevole progetto approvato con tanti sforzi dall’amministrazione possa essere portato avanti nella giusta prospettiva di valorizzazione degli incantevoli Vagli di San Biagio.