Barbanti: Sul nostro ospedale D’Ippolito continua ad arrampicarsi sugli specchi

In Politica On
Barbanti (PD): La Città di Lamezia deve sapere che non è il Centro Protesi INAIL

La fantasia la usa a piene mani il deputato Giuseppe D’Ippolito che cerca solo di mischiare le carte alla maniera dei giocolieri

Comunicato Stampa

Niente c’entra che i decreti del commissario ad acta dal 2015 in poi siano stati prorogati: in tutti è presente, con la medesima impalcatura, la rete ospedaliera tempo-dipendente Politrauma.

Niente c’entra il consolidato disavanzo: la motivazione addotta per la non attivazione del Centro di alta Specializzazione riguarda appunto i 2 milioni di abitanti che la Calabria non raggiunge per poche decine di migliaia e che l’on. D’Ippolito ha ritenuto credibile. Ora non sa più che dire e mette in campo il piano di rientro che in Calabria c’è dal 2010.

Niente c’entra l’impegno per modificare il DM 70/15 che è stato preceduto tre anni prima, nel 2012, dal Decreto Balduzzi e che, quindi non si può ritenere di poter modificare all’impronta e per il volere di alcuni deputati, anche in un governo come l’attuale.

Niente c’entra che l’azienda ospedaliero universitaria di Catanzaro abbia beneficiato di milioni di euro oltre il consentito.

Sinceramente, e lo dico con amarezza, di tutto il secondo intervento del deputato non so cosa sia possibile salvare e preferisco, quindi, astenermi. E con ciò considero chiuso questo intervento con l’On D’Ippolito.

Sebastiano Barbanti

Articoli Correlati

Carabiniere lametino suicida ad Asti

Si è tolto la vita con un colpo alla tempia sparato con la sua pistola d’ordinanza (altro…)

Read More...
Lamezia. Residenti di Ginepri sul piede di guerra, domani protesta al Comune

Lamezia. Residenti di Ginepri sul piede di guerra, domani protesta al Comune

Una riunione di fuoco quella svolta nella pineta Ginepri, contro la revoca della convenzione della stessa da parte della

Read More...
Pizzo (VV). Donna rischia di annegare per salvare figlio

Pizzo (VV). Donna rischia di annegare per salvare figlio

Una donna rischia di annegare per salvare il figlio di dieci anni (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu